Rilancio delle aree interne del Lazio, c’è anche l’Alta Tuscia

0

VITERBO – C’è anche l’area dell’Alta Tuscia tra le quattro aree del Lazio ritenute ammissibili dal “Comitato Nazionale aree interne” per accedere alle opportunità offerte dalla “Strategia nazionale aree interne” nei diversi cicli che si succederanno nel periodo di programmazione 2014-2020. Le altre sono la Valle del Comino, i Monti Reatini e i Monti Simbruini. La graduatoria è stata approvata oggi dalla Regione.

 

L’obiettivo è quello di rilanciare quelle zone del Paese più distanti dai grandi centri di agglomerazione e di servizio e caratterizzate da un alto indice di spopolamento. Con un’apposita delibera di Giunta, oggi è iniziato il percorso di definizione della strategia dell’area prototipo che per questo primo ciclo è la Valle del Comino.

 

A quest’area andranno circa 3,7 milioni di euro destinati al potenziamento dei servizi di base nell’ambito della sanità, dell’istruzione e dei trasporti, più altri fondi regionali per un totale di oltre 4 milioni di euro. Le stesse modalità verranno applicate nei successivi cicli della Strategia nazionale alle altre aree interne che nell’immediato avranno comunque il supporto tecnico delle strutture regionali per essere pronte nella fase di progettazione.

Enrico Panunzi, Presidente Sesta Commissione consiliare Regione Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.