Riscaldamento globale, Soriano partecipa allo “spegnimento” dei monumenti

0

SORIANO NEL CIMINO – “Earth Hour”, “Ora della Terra”: Soriano c’è. Sabato 19 marzo dalle 20,30 alle 21,30, il comune dei Cimini parteciperà all’evento internazionale ideato dal WWF (World Wide Fund for Nature, Fondo d’Estensione Mondiale per la Natura) per la prima volta nel volta nel 2007 nella città australiana di Sidney.
La finalità è quella della sensibilizzazione al risparmio energetico.

 

All’epoca si assistette allo spegnimento dell’illuminazione del Teatro dell’Opera, famoso simbolo della città australiana ma, da lì a pochissimo tempo, l’iniziativa ha preso sempre più piede, diffondendosi in ogni angolo del globo.

 

Per un’ora intera, in particolare dalle ore 20,30 alle 21,30 ora locale, si potrà assistere, in tutto il mondo, alla “scomparsa” delle principali piazze, vie o monumenti-simbolo delle più famose e significative città del globo.

 

Ovviamente, l’evento non è circoscritto esclusivamente alle capitali e alle grandi città, ma anzi tutte le realtà sono chiamate a contribuire manifestando la loro contrarietà ad un tema di importanza internazionale: il riscaldamento globale, tema ormai di frequenti conferenze mondiali come l’ultima COP21 di Parigi, particolarmente importante vista la manifestazione di intenti di quasi tutti gli stati a livello planetario.

 

Per questa ragione, il Comune di Soriano nel Cimino, insieme a molti altri a livello nazionale, sabato 19 marzo parteciperà all’ Ora della Terra togliendo luce anch’esso ai due luoghi-simbolo per eccellenza del paese, Castello Orsini e Palazzo Chigi-Albani, dalle ore 20,30 alle 21,30, “parlando” così a tutta la cittadinanza e dicendo la sua, all’Italia intera, sull’enorme crisi climatica che colpisce il pianeta, certamente non meno importante di quella economica, politica e sociale.

 

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare con azioni di salvaguardia dell’ambiente e di risparmio energetico sabato 19 e durante tutto l’anno, ricordando che la società è la somma dei singoli e che, se ognuno svolgesse una piccola parte, l’intera società potrebbe svolgerne, complessivamente, una enorme.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.