“Se il Comune non è un bancomat i viterbesi non sono mucche da mungere”

0

VITERBO – “Il Comune non è un bancomat diceva un amministratore poco tempo fa e noi aggiungiamo che i nemmeno i viterbesi sono mucche da mungere. Tale invece appare il trattamento riservato loro da un amministrazione che, incapace di trovare risorse dal bilancio eliminando sprechi o spese non prioritarie, non trova altra soluzione che appunto mungere i cittadini per far quadrare i conti.

 

Sono previsti aumenti della Tasi con aliquota al 2,5% dell’ irpef ,aumentata fino allo 0,8%, e per l’IMU.

 

Lontani dall’ ottimizzare le spese quindi e tanti saluti all’eliminazione degli sprechi, si prosegue con la logica dell’aumento delle tasse a cittadini già in difficoltà e in assurdo contrasto con i proclami del governo che a dir loro, non aumenta le tasse agli italiani ma che evidentemente dimentica di comunicarlo agli enti locali!

 

Pagare le tasse dovrebbe essere sentito come un dovere da ogni cittadino in cambio di servizi pubblici ma siamo sicuri che difronte alla misera situazione dei servizi ricevuti, in molti le vedano invece solo necessarie a coprire inefficienze ed incapacità di gestione della cosa pubblica.

 

Riteniamo assurdi anche gli aumenti previsti per i servizi cimiteriali e per i buoni mensa scolastici, come se le famiglie non debbano già accollarsi costi aggiuntivi per risolvere le perenni criticità di fondi destinate proprio alle scuole.

 

Ovviamente ci opporremo ferocemente a questa direzione presa dalla maggioranza imponendo una precisa e puntuale serie di iniziative alternative che impediscano gli aumenti previsti e non retrocederemo di un passo nell’interesse dei nostri concittadini.

 

Pensare che nella nostra stessa regione il Comune di Pomezia, eletto lo stesso anno della giunta Michelini, ha risolto gravi problemi di bilancio ed ha un attivo di 4 milioni mentre Viterbo vede l’ennesimo aumento di tasse e servizi ci conferma che il metodo di amministrare la nostra città, legato a vecchie concezioni e vincolato da perenni conflitti politici interni alla maggioranza, sia assolutamente fallimentare.

 

Se questo è il miglior risultato raggiungibile da questa amministrazione allora siamo sempre piu convinti che sia il caso che si faccia da parte al più presto perché i viterbesi non devono pagare la loro incapacità e i loro continui litigi!”

 

Movimento 5 Stelle Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.