“Subito una proposta per la sicurezza, ma serve senso civico”

0

VITERBO – “E’ di poche ore fa la notizia dell’ennesimo furto con scasso perpetrato ai danni di una nota attività commerciale; evento che non fa che sottolineare ulteriormente quanto l’emergenza sicurezza non sia solo un pretesto per evidenziare le mancanze di questa amministrazione, bensì una cosa di cui occuparsi con estrema urgenza.

 

Quanto però l’Unione della Tuscia vuole portare all’attenzione della cittadinanza è, per una volta, che questa nostra provincia (anche se per il lassismo che si sta palesando sembra quasi essersi adeguata alle grandi città) ha bisogno sì di prevenzione e tutela, ma anche di recuperare il rispetto verso gli altri e il senso civico diffuso.

 

E’ semplice additare le istituzioni per le evidenti carenze, ma sarebbe opportuno anche fare un esame di coscienza per capire se da singoli cittadini ci stiamo comportando civilmente. Non è accettabile che nessuno di coloro che sono transitati davanti all’attività nel momento del furto, abbia telefonato alle forze dell’ordine per dare l’allarme: a pochi metri c’è la questura. Se predichiamo un cambiamento, quello deve venire dal basso, dalle situazioni come questa. Viterbo ha bisogno di questo, non di filmati sui social.

 

L’esecutivo de l’Unione della Tuscia è comunque al lavoro già da stamani per organizzare una raccolta firme che ci permetterà di presentare la nostra proposta, concreta, applicabile, tangibile e soprattutto senza aggravi per la spesa pubblica, per una difesa del territorio che metta le forze dell’ordine nella condizione di poter lavorare più serenamente.
Sarà nostra cura informare la cittadinanza tutta, sui modi e i tempi per accedere alla firma della petizione”.

 

L’esecutivo – Unione della Tuscia

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.