Svolta l’assemblea degli iscritti del Pd

0

VITERBO – Si ė svolta lunedì presso l’ hotel Salus l’assemblea degli iscritti del Partito Democratico di Viterbo e delle sue frazioni. Circa 150 democratici hanno risposto all’ appello lanciato dalla segreteria dell’ unione comunale.

 

Un segnale importante sintomo di come la base, gli uomini e le donne del Pd, abbiano voglia di essere coinvolti e informati sulle vicende legate all’ amministrazione guidata dal Sindaco Michelini, dove il Pd rappresenta il partito di maggioranza relativa.

 

Dopo la relazione del segretario Calcagnini sono intervenuti il Sindaco Michelini e il Vice Luisa Ciambella.

 

In continuità con il programma delle assemblee nei quartieri, anche di fronte alla folta platea democratica, sono stati affrontati, tra gli altri, i temi relativi all’ igiene urbana e ad Esattorie spa. Un momento di chiarezza sulle tante inesattezze (#bastamenzogne) uscite in questo ultimo periodo in maniera strumentale da parte di chi per 20 anni ha governato la cittá di Viterbo.

 

Due i documenti approvati all’ unanimità dei presenti, oltre alla relazione del segretario. Il primo sulla scia di quello approvato dall’ unione comunale ” evidenzia pieno sostengo alle iniziative promosse dall’Amministrazione al fine di garantire la trasparenza e il pieno rispetto delle regole e della legalità all’interno di palazzo dei Priori, mettendo in campo una serie di misure urgenti strategiche a tale scopo” – proseguendo con l ‘elenco degli incarichi  ai legali per tutelare l’ amministrazione comunale (che nella vicenda igiene urbana è stata riconosciuta parte lesa) compreso il consigliere a tale scopo nominato. E sul prossimo bilancio in approvazione – “sarà prioritario dare presentazione della manovra di bilancio nel rispetto della linea che il PD ha dato all’Amministrazione e all’Assessore competente, ma soprattutto come impegno doveroso verso i cittadini”.

 

Ad integrazione di questo un secondo duro documento presentato dal giovane Alex Abbruzzetti a nome suo e di altri ragazzi iscritti.
“Finalmente siamo stati convocati per ascoltare, ma soprattutto per dire quello che pensiamo” – e ancora continuano i giovani dem – ” abbiamo ritenuto che sarà sicuramente utile, perché non serve dire che va tutto bene quando non è così.

 

Ci siamo stancati di essere chiamati soltanto il giorno del congresso […] vogliamo sapere che fine fanno i soldi delle nostre tessere per quali attività vengono spese, vogliamo che il nostro partito e i suoi bilanci siano trasparenti. Non possiamo accettare che gli amministratori, assessori e consiglieri del Pd, non partecipino agli incontri degli organi dirigenti, dove si discute e si sceglie insieme quale è la linea politica.

 

Non possiamo tollerare che in Consiglio si vada quando lo si ricordi. […] Questo intervento vuol essere quindi un appello per un cambio di passo al Pd e ai suoi amministratori.”

 

E dopo le critiche seppur costruttive emerge il senso di responsabilità nonostante la giovane età: “lavoriamo insieme per sostenere l’azione amministrativa del Sindaco Michelini, perché ci è stata data un’occasione che non dobbiamo in alcun modo sciupare.” L’ assemblea si scioglie tra la soddisfazione dei presenti con la richiesta e l’impegno di ripetere tali incontri con cadenza almeno bimestrale.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.