Tariffe mense scolastiche, la giunta calpesta anche la IV Commissione

0

L’amministrazione convoca i Comitati dei genitori in Comune, impedendogli di presenziare all’incontro previsto in Commissione. Tra i consiglieri scoppia l’indignazione

 

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Nemmeno il tempo di smaltire l’amarezza per non essere stati coinvolti dalla giunta sul tema dell’emergenza abitativa ed ecco che, per i consiglieri comunali, giunge dritto sul volto un nuovo schiaffo da parte dell’amministrazione Michelini.

 

Alla seduta della IV Commissione, riunitasi alle 9.30 per discutere sulle tariffe delle mense scolastiche, era infatti prevista la presenza dei rappresentanti dei comitati dei genitori.

 

Rappresentanti che, però, non si sono presentati alla riunione con i consiglieri comunali. A dare annuncio dell’assenza dei suddetti è stato l’assessore all’Istruzione pubblica Antonio Delli Iaconi, che ha informato i presenti sul fatto che i rappresentati dei genitori sono stati convocati alle 10 in Comune per un incontro con i componenti della giunta e con il dirigente del settore.

 

Per il consigliere di Forza Italia Giulio Marini la misura è colma: “Se i rapporti con la giunta erano già compromessi, credo che quanto accaduto questa mattina metta la parola fine ad di ogni forma di dialogo con la stessa. Sindaco e assessori, tramite una delibera di giunta, hanno attuato una proroga all’attuazione delle tariffe attraverso una delibera, scavalcando di fatto la volontà del Consiglio. Tutto ciò è inammissibile, così come è inammissibile il fatto che si convochi un incontro con i rappresentati dei genitori sapendo che gli stessi erano attesi oggi in IV Commissione. E’ l’ennesima follia di un’amministrazione arrogante, che continua a mancare di rispetto a noi consiglieri”.

 

Dello stesso avviso è anche il consigliere di Fondazione Gianmaria Santucci, che aggiunge: “O si ritrova un clima in cui c’è un minimo di stima reciproca oppure, d’ora in poi, sarà sempre una rissa verbale continua. E’ noto a tutti che il consiglio comunale sia l’unico ente legittimato a votare le tariffe; la giunta ha però deciso di non attuare le tariffe sancite da questa consiliatura, riproponendo quelle dell’amministrazione Marini. Con che diritto la giunta si arroga il diritto di intervenire sulla modifica delle tariffe?”

 

Sull’inopportunità di convocare i due comitati (uno denominato “Non mangiate sui bambini”, l’altro di stampo più istituzionale, formatosi all’interno delle scuole) interviene anche in consigliere del Gal Sergio Insogna: “Il trend sfoggiato da questa amministrazione non è più ammissibile. Mi auguro che la discussione sulla mozione di sfiducia al sindaco costituisca un’occasione per dibattere anche su questo modo non corretto di gestire i rapporti con i consiglieri. Noi del Gal non siamo più disposti alla logica del “zitto e vota”. In queste tematiche il Consiglio comunale è sovrano; pretendiamo pertanto che il nostro ruolo venga riconosciuto e rispettato”.

 

La discussione è di fatto impossibilitata e il consigliere del M5S Gianluca De Dominicis inizia ad interrogarsi sull’utilità della seduta: “L’amministrazione comunale – esordisce – si è calata nuovamente le braghe; prima fa l’arrogante e poi torna indietro con la coda tra le gambe sulle decisioni prese. Mi chiedo a questo punto cosa stiamo facendo qui oggi se non possiamo discutere di qualsivoglia proposta con i membri dei comitati”.

 

Ma per il capogruppo di Oltre le Mura Maurizio Tofani il quesito è un altro: “Chi è che ha convocato i comitati? E soprattutto, perché gli stessi si sono oggi recati in Comune a discutere con l’assessore Delli Iaconi se erano attesi in Commissione?”

 

“Evidentemente – replica il capogruppo di Fratelli d’Italia, Luigi Maria Buzzi – c’è stato un equivoco. Mi sembra però evidente che se oggi il Comitato non è qui è perché questo, avendo un filo diretto con Delli Iaconi, è stato convocato altrove dallo stesso assessore, in barba agli impegni presi dagli stessi con la Commissione”.

 

La Commissione decide così di rinviare la questione relativa alle tariffe dei buoni mensa, avviando la discussione sul regolamento Rsa unitamente all’assessore Alessandra Troncarelli.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.