“Trenta miliardi di euro sottratti ogni anno a pensionandi e pensionati”

0

VITERBO – “Trenta miliardi di euro. È quanto ogni anno sottraggono a pensionandi e pensionati le ultime riforme. Occorre cambiare le pensioni e dare lavoro ai giovani. Con queste parole d’ordine, la Uil FPL chiede al Governo di modificare la legge Fornero per introdurre una maggiore flessibilità verso il pensionamento e per inserire i giovani in maniera più efficiente nel mondo del lavoro”.

 

A dichiararlo è Lamberto Mecorio, Segretario generale della UIL FPL di Viterbo che ha organizzato a Palazzo gentili il convegno “Pubblico impiego: come è cambiata la situazione previdenziale. Prospettive, opportunità”. Assieme a Mecorio, sono intervenuti Sandro Bernardini (Segretario Generale della UIL FPL di Roma e del Lazio), Giancarlo Turchetti (Segretario generale della UIL Viterbo), Lucio Corbucci (Segretario organizzativo della UIL FPL di Viterbo), Paolo Dominici (componente della segreteria regionale della UIL FPL), Stefano Paterna (Responsabile area Pubblico Impiego ITAL UIL Nazionale) e Maurizio Soru (Responsabile ITAL UIL Lazio e Umbria).

 

“Molti gli argomenti affrontati – ha proseguito Mecorio – dalla posizione assicurativa dopo il passaggio dalla gestione ex INPDAP all’INPS al progetto INPS ‘RVPA (Rettifica Verifica Posizione Assicurativa), dai requisiti a pensione a seguito della riforma Fornero alla richiesta di malattia professionale fino alla necessità di aderire al fondo di previdenza complementare Perseo. Argomenti affrontati da Stefano Paterna e Maurizio Soru”.

 

“La Legge Fornero va cambiata – ha poi aggiunto Mecorio – perché, come ha detto lo stesso Ministro Poletti, ha creato disagio sociale. Ed è a questo punto fondamentale convocare subito un tavolo di discussione e confronto prima che sia troppo tardi e le conseguenze di una legge ingiusta si ripercuotano definitivamente e senza alcuna via d’uscita sui lavoratori”.

 

“Un altro punto di fondamentale importanza – ha sottolineato poi Giancarlo Turchetti – sono i giovani che ormai trovano lavoro solo all’estero ‘esportando’ competenze e professionalità che il nostro Paese rischia di perdere per sempre impoverendosi sempre di più. Ecco perché è necessario avere flessibilità per chi vuole andare in pensione e stabilità per i giovani che vogliono invece entrare nel mondo del lavoro”.

 

“In questi anni – ha concluso infine Lamberto Mecorio – si sta cercando di risanare le finanze italiane facendo fare sacrifici solo a pensionati e lavoratori. Una situazione inaccettabile. Una battaglia da portare avanti fino in fondo a tutela della dignità di pensionati e lavoratori e per dare un futuro certo e concreto ai giovani”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.