Tuscania, bilancio di previsione 2015: il M5S presenta 15 emendamenti

0

TUSCANIA – Sarà una seduta consiliare fondamentale quella che si svolgerà mercoledì 26 agosto: si approverà il bilancio di previsione 2015. Il documento finanziario per eccellenza però non ha visto anche quest’anno, a detta degli esponenti M5S, alcun tipo di coinvolgimento della comunità né tantomeno dei consiglieri di minoranza.

 

“Se si poteva fare peggio dell’anno scorso, devo dire che si è riusciti nell’impresa – afferma il consigliere M5S Fabio Rossi – Quest’anno non solo non è stata indetta alcuna commissione per discutere e cercare di proporre idee al bilancio, ma addirittura il lavoro svolto dalla maggioranza è degno delle grandi manovre lacrime e sangue di montiana memoria”.

 

Enormi tagli al sociale denunciano i pentastellati (più di 250.000 €), ma non solo. Azzeramento della biblioteca comunale, tagli alla Protezione Civile, alla manutenzione delle strade e del cimitero, minori risorse alle scuole e alla didattica e mancanza di programmazione a medio e lungo termine, come la raccolta differenziata.

 

“Questi inaccettabili tagli alle categorie deboli – continua il portavoce M5S – gridano ancor più vendetta se si pensa che altre voci di spesa sono rimaste inalterate, se non rimpinguate, e che il livello di tassazione rimane uno dei più alti della provincia. Proprio per questo motivo abbiamo presentato 15 emendamenti al bilancio, che dovranno ora essere discussi in sede di Consiglio Comunale. Siamo stati costretti all’utilizzo dell’azione emendativa per via della netta chiusura da parte della maggioranza riguardo la stesura del documento di bilancio. La convocazione di un’inutile commissione due giorni prima del Consiglio comunale (a tempi scaduti per presentare proposte) non ha fatto altro che aggravare le modalità utilizzate”.

 

Gli emendamenti – tengono a precisare i 5 stelle – non hanno fini ostruzionistici, tutti presentano le dovute coperture economiche e fattibilità operativa, grazie allo studio approfondito del bilancio e ad un forte spirito propositivo.
“Oltre agli emendamenti per limitare i tagli ai servizi, abbiamo presentato delle proposte in linea con quanto fatto finora in Consiglio. Risorse per un monitoraggio totale sull’elettromagnetismo, per il baratto amministrativo, per la realizzazione di campagne di sensibilizzazione contro le dipendenze e il randagismo. Adesso ci auguriamo un’apertura da parte della maggioranza, soprattutto per tutelare i meno fortunati e salvaguardare quei servizi erogati con qualità, come la mensa e la biblioteca”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.