Tuscania, opposizione a difesa dei lavoratori e fornitori del Consorzio TSPA

0

TUSCANIA – “Ci stringiamo compatti in difesa dei lavoratori e fornitori del Consorzio Intercomunale per la Tutela e salvaguardia alle persone e all’ambiente, che da mesi non vengono pagati. Analoga vicinanza va ai cittadini di Tuscania che stanno toccando, o a breve lo faranno, le pesanti conseguenze degli assurdi tagli sul sociale di questa maggioranza.

 

In particolare siamo rimasti allibiti per quanto scritto dal Sindaco Bartolacci in un recente comunicato stampa. Tante false verità e discorsi demagogici che cercheremo di smontare punto per punto: è stato scritto che: “Il problema finanziario legato alla mancata riscossione dell’ IMU agricola, di cui abbiamo trattato l’argomento in più occasioni, ha indotto l’amministrazione a una serie di tagli finanziari al fine di evitare il dissesto economico”. Ma poi perché non si dice che per pura scelta politica, non è stata inserita tra le entrate la somma di € 300.000 circa che lo Stato ha stanziato anche per Tuscania per le difficoltà dovute al mancato incasso proprio dell’Imu Agricola?

 

È stato scritto che: “A questi tagli è stato soggetto anche il Consorzio che in questi anni ha percepito 450.000,00 euro a piè di lista che da un analisi effettuata dal Sindaco, dall’Assessore al Bilancio e dalla Ragioniera del Comune potevano essere meglio utilizzati e ridotti per un importo di euro 350.00,00” ma poi perché non si dice che nell’Assemblea del Consorzio dove si è approvato il Consuntivo 2014 erano presenti Sindaco, Vice Sindaco e Assessori e che tutti costoro hanno votato per l’approvazione?

 

Perché si parla di: “Caotica e poco comprensibile è la situazione legata all’approvvigionamento di beni e servizi per i quali è stata posta una nota per spese di oltre 100.000,00 euro di generi alimentari” e poi non si dice che i 100.000,00 € sono spesi per generi alimentari per i nostri figli al nido, per i nostri figli alla materna e per i nostri anziani non autosufficienti! Di certo non sono spese per gli avvocati, vedi bilancio di previsione 2015 al Cap.1010203 per € 113.375,66, ma per quelli i soldi si trovano sempre!

 

Perché si afferma: “Non è più tollerabile, in un momento così difficile e di crisi, tenere due persone ad aprire e chiudere il teatro, un sostegno alla biblioteca e 4 dipendenti in ufficio per far funzionare una mensa” e si tralasciano tutti gli altri servizi che il Consorzio offre? Ne vogliamo citare solo alcuni: domande agevolazione Enel, domande per agevolazione Gas, domande per riduzione Cotral, domande per figli minori, domande per nucleo familiare, domande per trasporto scolastico regionale, domande per contributi economici, domande per rimborso canoni di locazione, domande per abbattimento barriere architettoniche, domande per entrare nelle graduatorie delle case popolari, vendita e preparazione buoni pasto oltre a tutti i compiti tecnici e amministrativi che un Ente Pubblico deve ottemperare mensilmente. I dipendenti eseguono tutte quelle mansioni che riguardano i servizi sociali, forse qualcuno non è a conoscenza, ma l’utenza dell’ Ufficio del Consorzio copre più dell’80% dell’utenza che si reca negli uffici del Comune. Pertanto è vero che i dipendenti possono essere impiegati meglio, ma bisogna che l’Amministrazione s’informi prima di parlare per evitare brutte figure.

 

Perché si parla di razionalizzare le risorse umane e poi si decide di rinunciare alle prestazioni professionali dell’assistente sociale, (30 ore di servizio settimanali !) senza alcuna giustificazione razionale e logica, visto che tale professionista, apprezzata per competenza e sensibilità, dipende dal distretto Socio-Sanitario VT/2 e non comporta costi per il Comune?

 

Pretendiamo, rappresentando più della metà deilla cittadinanza, trasparenza e coinvolgimento per cercare di porre fine ai disastri appena avviati. Ai tuscaniesi che hanno a cuore il sociale e la difesa dei più deboli diciamo che siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito, visto che abbiamo richiesto la documentazione che comprova quanto detto. Lo sappiamo, dovrebbe farlo l’amministrazione comunale, ma ormai è chiaro che questa maggioranza non ha più nulla a che fare con la trasparenza, la condivisione e soprattutto il buon amministrare!”

 

Regino Brachetti “Rinascita per Tuscania”
Luisa Fortunati “Partito Democratico”
Massimo Natali “Esperienza e Rinnovamento”
Fabio Rossi Movimento 5 Stelle

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.