“Un ponte ‘Bailey’ per la Farnesiana”

0

TARQUINIA – «Volente o nolente il problema della viabilità secondaria per la località Farnesiana va risolto. Da una parte va riaperto il vecchio incrocio con l’Aurelia, perché ci sono le condizioni per farlo in sicurezza; dall’altra va realizzato il ponte sul fiume Mignone. Nell’attesa una soluzione temporanea ed economica può venire dall’installazione di un ponte “Bailey”». Lo dichiara il sindaco Mauro Mazzola (foto), che ha partecipato questa mattina, 30 luglio, alla riunione sulla sicurezza stradale convocata dal prefetto di Viterbo Rita Piermatti.

 

«Ringrazio la dott.ssa Piermatti per aver accolto la mia istanza e aver dimostrato attenzione al problema. – prosegue il primo cittadino – La Farnesiana non può fare a meno di un ponte sul fiume Mignone, per essere collegata con il resto del territorio tarquiniese. Una soluzione celere e tempestiva per risolvere (in modo temporaneo) il problema, nell’attesa che sia costruito il nuovo viadotto, è l’installazione di un ponte “Bailey”». Il “Bailey” è una tipologia di ponte, d’origine militare, che prende il nome dal suo ideatore: l’ingegnere britannico Donald Bailey. La sua peculiarità è la realizzazione con elementi modulari, in genere travi reticolari in acciaio e impalcati con assi di legno, che ne permettono una grande velocità di montaggio e smontaggio.

 

«Fino a quando non passerà la prima automobile sul nuovo ponte del fiume Mignone, la nostra pressione sarà costante. – conclude il sindaco Mazzola – Considero l’autostrada un’importante infrastruttura, ma la sua realizzazione non può ledere il diritto alla mobilità dei cittadini. Troppo spesso ci siamo trovati di fronte a situazioni al limite, che non dovranno ripetersi. Al riguardo trovo incomprensibile la chiusura del vecchio incrocio sull’Aurelia, che con una segnaletica adeguata, continuerebbe a garantire un accesso comodo e sicuro per i residenti della Farnesiana».

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.