Un progetto di 312 mila euro per la valorizzazione del parco di Vulci

0

MONTALTO DI CASTRO – Il comune di Montalto ha ottenuto un contributo di 250mila euro dalla Regione Lazio per la valorizzazione del Parco Naturalistico e Archeologico di Vulci. Questa mattina a Roma, presso la sede dell’associazione Progetto Civita, nella splendida cornice di piazza Venezia, hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione del progetto per lo sviluppo dei siti regionali che fanno parte dell’Unesco, il sindaco Sergio Caci, l’assessore Eleonora Sacconi e il presidente della Fondazione Vulci, Gianni Moscherini.

 

Il progetto prevede di creare un’immagine coordinata degli etruschi nel Lazio. In particolare verrà ristrutturata la biglietteria del parco, con la valorizzazione dell’ingresso, sarà realizzata una sala con la proiezione in 3D della Tomba François e verrà creata una struttura per manifestazioni culturali e spettacoli dedicata ai bambini.

 

«Grazie alla sinergia con la Regione Lazio e la Soprintendenza per la tutela dei Beni Archeologici – ha detto nel suo intervento il sindaco Sergio Caci – il parco di Vulci, da tre anni a questa parte, ha avuto un notevole sviluppo. Il lavoro portato avanti dal nostro assessorato alla cultura sta dando ottimi frutti. La promozione degli spettacoli e concerti dal vivo che si svolgono all’interno del sito archeologico ha avuto un ruolo fondamentale: migliaia di persone hanno infatti avuto occasione di conoscere il parco attraverso i concerti e le rappresentazioni teatrali. L’incremento di presenze degli ultimi tre anni è il segno evidente che stiamo percorrendo il sentiero giusto e che la scommessa fatta di investire sempre più risorse sul parco (attraverso mostre ed esposizioni di carattere nazionale ed internazionale) sia quella corretta».

 

«La valorizzazione e la preservazione del bene archeologico – ha aggiunto l’assessore Eleonora Sacconi – è una delle attività più importanti che l’amministrazione comunale sta portando avanti da quasi 4 anni. Questo finanziamento, al quale il comune ha aggiunto un altro 20% di fondi propri, per circa 62 mila euro, dà vita ad una serie di interventi che renderanno il parco archeologico e naturalistico di Vulci uno dei più all’avanguardia del territorio nazionale, attraverso un mix tra tecnologia avanzata e archeologia».

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.