Variazioni di bilancio: 330 mila euro per le strade, 70 mila per gli impianti sportivi

1

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Un elenco lungo e minuzioso, comprendente una numerosa serie di interventi da mettere in campo grazie a 1 milione e 300 mila euro costituenti le variazioni del bilancio. A renderne noti i contenuti, durante la riunione della II Commissione, è l’assessore al Bilancio Luisa Ciambella.

 

Si parte con gli interventi più corposi: 330 mila saranno impiegati per i lavori di risanamento delle strade, mentre per il completamento di strada Ponte Sodo saranno destinati 150 mila euro. Per una rotatoria su strada San Martino sono previsti 85 mila euro, mentre per la sicurezza della viabilità a Roccalvecce e Sant’Angelo. Saranno impiegati 100 mila euro.

 

Grande attenzione anche alle frazioni, dunque, come dimostrano gli interventi di riqualificazione dell’area giochi a Valle Pierina a Bagnaia, la riqualificazione del parco di via del Colle e la valorizzazione di un tratto di via Doria a San Martino al Cimino.

 

Attenzione è stata data anche alle strutture sportive come denotano i 70 mila da destinare allo stadio Rocchi, al Campo Scuola e ad altri impianti cittadini.

 

Per quanto riguarda l’edilizia scolastica, 79mila 800 euro saranno impiegati per gli intonaci ormai decadenti della scuola Fantappié, mentre altri 50 mila saranno destinati alla messa in sicurezza di ulteriori edifici scolastici.

 

In merito invece ai lavori pubblici, 70mila euro sono pronti ad essere impiegati per la rotonda di via Genova, 40 mila euro per gli interventi di manutenzione straordinaria a Prato Giardino e 15 mila per la riqualificazione della rotatoria sulla Cassia Nord.

 

A seguire, sono previsti 15 mila euro per il recupero della torre civica in piazza del Plebiscito, mentre ulteriori 5 mila saranno stanziati per assegnare un incarico teso a individuare il luogo in cui posizionare il mercato del sabato, con annessa riprogettazione.

 

Un ulteriore incarico, finalizzato al progetto di realizzazione di un tempio laico, potrà contare su 5 mila euro di stanziamento. “In tal modo – commenta Ciambella – risolveremo un problema annoso dando dignità all’estremo saluto rivolto da famigliari e amici a defunti appartenenti ad altre religioni”.

 

E a proposito di problemi annosi, 15 mila euro saranno impiegati per mettere in sicurezza la struttura dei bagni pubblici in via Cesare Dobici. Oltre a ciò, è previsto un bando di idee rivolto agli studenti delle scuole superiori, che consentirà di comprendere come bonificare quell’ambiente, per il quale è in programma un cambio destinazione d’uso a seguito della realizzazione della pensilina del Sacrario (che sarà consegnata per il 31 dicembre).

 

Relativamente al sociale, previsti interventi per i centri anziani, per i lavori all’interno dell’asilo nido ex Omni in via santa Maria in Volturno e per garantire l’accessibilità dell’asilo nido di santa Barbara a 60 bambini.

 

Sul termalismo, infine, la giunta ha annunciato l’impiego di 20mila euro per un incarico finalizzato a un piano agricolo termale.

 

“Le variazioni di bilancio compiute da questa amministrazione – afferma soddisfatta l’assessore al Bilancio Luisa Ciambella – sono state caratterizzate da un lavoro attento certosino, che certamente saprà dare risposta ai piccoli grandi problemi che questa città si porta avanti da troppo tempo”.

 

Scettico il capogruppo di Forza Italia Claudio Ubertini: “A prescindere dal fatto che, come al solito, vi siete ridotti all’ultimo minuto, fornendoci la documentazione a poche ore dall’ultimo giorno utile per l’approvazione delle variazioni in Consiglio, ritengo che di tante buone intenzioni poche saranno quelle che vedranno effettivamente la luce. Certo è che per interventi di estrema necessità come la manutenzione delle strade sono stati destinati fondi di entità ridicola. Una scelta, questa, che è vittima dei tanti spezzettamenti caratterizzanti le variazioni; spezzettamenti utili solo a dare un contentino ai consiglieri di maggioranza, affinché votino tutti compatti l’assestamento di bilancio. A mio avviso, anziché disperdere le disponibilità in tutte queste piccole opere, sarebbe stato meglio concentrare i fondi per lavori maggiormente necessari. Ma tant’è”.

 

In merito infine al ritorno della Macchina di Santa Rosa da Expo l’assessore Ciambella si è detta sicura di poter coprire la spesa di 20 mila necessari grazie alla Rete delle Grandi Macchine a spalla.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.