“Ancora olio tunisino, olivicoltori viterbesi chiedono di intervenire”

0

VITERBO – “Altro che valorizzazione del Made in Italy e salvaguardia dei prodotti di qualità. Ancora un accordo per l’importazione di olio tunisino a dazio zero. “La commissione commercio internazionale del Parlamento Europeo, con un voto a larghissima maggioranza (31 voti a favore, 7 contrari e una sola astensione) ha approvato l’importazione, senza alcun dazio, di una quota annua di 35.000 tonnellate di olio d’oliva tunisino.

 

Questa ulteriore quota si aggiunge alle 56.700 tonnellate annue già previste dall’accordo di associazione fra Unione Europea e Tunisia e sarà in vigore per il 2016 e 2017. Manca solo il voto dell’assemblea plenaria di Strasburgo. La italianissima On. Mogherini, alto rappresentante per gli Affari Esteri dell’Unione Europea ha dichiarato:

 

“Circostanze eccezionali richiedono misure eccezionali. La proposta odierna è un segnale forte della solidarietà dell’UE con la Tunisia, e fa seguito all’impegno che ho assunto lo scorso luglio nei confronti del primo ministro Essid e del ministro degli Affari esteri Baccouche. In questo periodo difficile la Tunisia può contare sul sostegno dell’UE.”

 

Gli olivicoltori viterbesi protestano per questa ulteriore penalizzazione del comparto.

 

Parliamo di 14500 ettari e di una cultura olearia radicata e all’avanguardia.

 

Un patrimonio genetico di cultivar straordinario con aziende che vincono premi internazionali, ma prezzi non all’altezza.

 

Peraltro, dopo alcune annate con produzione ridotta anche dalle nostre parti, la crisi si è fatta sentire.

 

Questo è un ulteriore schiaffo alla produzione italiana di qualità. E’ una vecchia storia quella di sacrificare l’agricoltura alle esigenze dell’industria e della politica internazionale.

 

Gli olivicoltori viterbesi chiedono di essere ascoltati nelle sedi istituzionali affinché questo ulteriore triste capitolo per l’agricoltura italiana non venga scritto!”

 

Laura Allegrini (foto)

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.