“Che fine farà la raccolta dell’olio vegetale esausto a Vetralla?”

0

VETRALLA – “Più volte ci siamo occupati della gestione della raccolta degli olii vegetali esausti. Non c’è bisogno di ricordare quanto sia importante differenziare questo rifiuto, quanto sia utile recuperarlo e quanto sia dannoso per l’ambiente e per le nostre tasche lo sversamento negli scarichi fognari.

 

Se volete approfondire, vi segnaliamo questo nostro articolo: http://www.vetralla5stelle.it/2013/08/raccolta-e-riciclo-olio-vegetale.html
Nella Tuscia l’amministrazione provinciale ha distribuito fusti stradali e contenitori casalinghi utili alla raccolta e riciclo. Nel nostro Comune la raccolta è partita ufficialmente, un po’ in sordina, a Marzo del 2014 infatti, solo alcuni cittadini si sono recati presso gli uffici comunali per ritirare il contenitore casalingo. Il contenitore era dotato del famoso tappo provvisto di chip che, attraverso un sofisticato software, avrebbe dovuto generare statistiche sulla virtuosità delle singole famiglie. Software così futuristico che non ha mai visto la luce.

 

Di fatto il progetto provinciale, costato oltre 1 milione di euro, non è mai decollato del tutto. A Vetralla, ad esempio, lo svuotamento dei fusti è sempre avvenuto solo quando l’olio tracimava dall’orlo, e in pochi hanno visto il famoso pulmino che avrebbe dovuto scorrazzare con il biodiesel prodotto dall’olio recuperato.

 

Il 31 Luglio scorso è oltretutto scaduto il bando provinciale per lo svuotamento dei fusti stradali. Molti comuni si sono già organizzati per gestire in proprio tale incombenza. A questo punto la domanda sorge spontanea: a Vetralla i nostri “sedicenti amministratori” come avranno deciso di affrontare la questione?

 

Siamo tutti d’accordo che la gestione provinciale è stata a dir poco FALLIMENTARE, ma ormai i fusti ci sono, molte famiglie li usano e vista l’importanza di tale recupero non possiamo permetterci che anche questi fusti facciano la fine di Gaia”.

 

M5S Vetralla

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.