Corpo Forestale, Educazione ambientale: resconto delle attività dell’anno 2015

0

VITERBO – Il nucleo di divulgazione ambientale del Comando Provinciale di Viterbo, composto da personale appositamente formato nella comunicazione ambientale, ha coinvolto nell’appena concluso anno scolastico oltre 20 scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Viterbo tra cui: Scuola Primaria De Amicis di Viterbo, Istituto Comprensivo Statale di Vetralla, Scuola dell’infanzia di Monte Romano, Scuola Materna E. Puocci di Tuscania, Scuola Materna I. Ridolfi di Tuscania, scuola primaria di Bomarzo, scuola primaria di Canino scuola primaria di Piansano scuola A.Manzi di Civitacastellana, Istituto Professionale Statale di Tuscania Scuola Infanzia di Mazzocchio (Vetralla), scuola primaria di Grotte Santo Stefano, Scuola Primaria Merlini etc.. interessando più di 2.000 studenti.

 

Numerosi anche gli interventi nell’ambito di progetti educativi di vari enti, tra cui il Comune di Civita Castellana (VT), con una intera giornata dedicata al “mangiare sano” in collaborazione con la Coldiretti e quello di Gradoli con la “Giornata Ecologica”. Gli incontri si sono svolti sia in classe, che all’aperto immergendosi nel territorio della Tuscia così pregevole dal punto di vista naturalistico e storico.

 

I temi trattati hanno riguardato diversi settori:
– Rifiuti e la loro corretta gestione, raccolta differenziata, riciclaggio e le diverse modalità di smaltimento.
ecosistemi lacuali, montani e riparali, con particolare riguardo alle arterie verdi della Tuscia “Le Forre”;
geologia, botanica, selvicoltura, zoologia trattate in correlazione tra loro.
le molteplici attività istituzionali del Corpo quali polizia ambientale, incendi, legalità, dissesti idrogeologici ecc.

 

Ancora una volta tale attività ha riscosso apprezzamento da parte degli alunni coinvolti.

 

Si ringraziano le strutture scolastiche che con la loro sensibilità ci hanno permesso di poter perseguire uno dei compiti primari del C.F.S.: la difesa dell’ambiente attraverso la prevenzione, che passa attraverso la sensibilizzazione e l’educazione alle tematiche ambientali, compito questo riconosciuto dalla Legge di riordino del Corpo n.36 del 2004. Preservare l’ambiente da comportamenti umani sbagliati passa attraverso la sensibilizzazione e l’educazione alle principali tematiche ambientali e questo è uno dei compiti primari del C.F.S. Il lavoro del nucleo continua anche con altre iniziative extrascolastiche.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.