Grotte S. Stefano, grande successo per l’iniziativa di raccolta firme contro l’impianto biogas

0

VITERBO – “Il Comitato Tutela Ambiente di Grotte Santo Stefano, mentre annuncia con orgoglio il raggiungimento, in pochissimi giorni, delle 1000 firme apposte in calce alla petizione popolare a tutela dell’integrità del territorio, del suo sviluppo sostenibile e contro il progetto di Centrale a biomasse per la produzione di metano a ridosso dell’abitato; conferma il proprio impegno, nei prossimi giorni, nella ulteriore raccolta di adesioni a partire dalla festa della Madonna dell’Aiuto ove saremo presenti, come ormai consuetudine, con il gazebo, lo striscione, i tavolini, il materiale informativo. Seguiteremo poi la sottoscrizione porta a porta, così da arrivare in pochi giorni a superare di slancio l’obiettivo che ci eravamo prefissi di 1500 firme.

 

Prosegue anche su facebook, all’indirizzo Comitato Tutela Ambiente Grotte Santo Stefano, l’opera di informazione e sensibilizzazione che, abbiamo potuto constatare con inattesa gioia, ha avuto tra i più assidui ed interessati frequentatori giovani e giovanissimi tra i 20 ed i 30 anni! In ultimo, ma affettivamente come primo sentimento, un ringraziamento di cuore alla popolazione che sta dimostrando compattezza inedita, partecipazione, condivisione dell’impegno e degli obiettivi intrapresi. La popolazione ha tangibilmente espresso il suo NO all’ennesimo sfregio che si sta provando ad infliggere al proprio territorio, facendo muro compatto contro gli interessi minoritari di poche persone.

 

Infine, nel ricordare a tutti e ribadire che il Comitato si connota come apolitico, apartitico, aconfessionale, civico ed aperto a tutti, si invitano le realtà associazionistiche di Grotte, soprattutto quelle che nel nome e negli scopi statutari hanno la valorizzazione e tutela del “locale”, a sostenere l’attività del Comitato, in un momento in cui la società promotrice del progetto del biodigestore starà presumibilmente cercando tra le lacune della legislazione a livello comunale e regionale, la via per superare in tempi brevissimi qualsiasi democratica opposizione e la già avvenuta bocciatura del PUA. Eguale appello ai politici, grottani e non, di qualsiasi colore politico: i cittadini tutti osservano e giudicano il comportamento di ognuno; la popolazione grottana non ha voglia di essere strumentalizzata all’infinito! Basta con la politica dei capponi di Renzo che, portati legati al macello, trovavano, lungo la strada, ancora utile beccarsi l’un l’altro!”

 

Comitato Tutela Ambiente di Grotte Santo Stefano

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.