L’opposizione chiede la convocazione urgente della commissione dei capigruppo

0

VITERBO – “I gruppi consiliari di opposizione chiedono al Presidente del Consiglio la convocazione in via urgente della Commissione dei Capigruppo per discutere i seguenti punti:

 

1. Convocazione Consigli Comunali
2. Procedure per l’elezione del Collegio dei Revisori dei Conti
È necessario procedere infatti con l’attività amministrativa, che non può stagnare oltre, considerata l’importanza e la numerosità delle pratiche pendenti (bando servizio di esattoria, tariffe mense scolastiche, project financing mattatoio comunale, solo per citarne alcune).
In secondo luogo, i firmatari intendono ottenere spiegazioni da parte della Presidenza del Consiglio circa le prossime procedure per l’elezione del Collegio dei Revisori dei Conti.
Inoltre, si chiedono chiarimenti al Presidente del Consiglio e, laddove di competenza, al Segretario Generale circa le dichiarazioni rilasciate a testate giornalistiche locali, ritenute dai sottoscritti mistificatorie di quanto avvenuto nella seduta del 17 Dicembre scorso, per le seguenti ragioni:
1. Non dobbiamo dimenticare che l’esito della votazione è stato determinato dall’assenza di un nutrito gruppo di consiglieri comunali di maggioranza, quelli afferenti all’area popolare del PD e del movimento politico “Moderati e Riformisti”, gli stessi che, per primi, si sono scagliati contro l’esito della votazione in Consiglio Comunale.
2. Dal 17 Dicembre in poi, diversi sono stati i giorni utili per convocare nuovamente il Consiglio Comunale e predisporre una nuova votazione per la nomina dei membri del Collegio dei Revisori. Se ciò non è stato fatto, la responsabilità non può essere di certo addossata all’opposizione, la quale si era resa disponibile alla convocazione di un Consiglio Comunale anche il 29 Dicembre proprio per l’espletamento delle pratiche urgenti.
3. Si desume da dichiarazioni del VicePresidente del Consiglio avrebbe proceduto, a bocciare la delibera riguardante la nomina dei Revisori, “seguendo una procedura illegittima”. Dovremmo quindi pensare che il Segretario Generale, presente in seduta e garante della sua regolarità, avrebbe potuto permettere lo svolgersi di una procedura illegittima? Si richiedono chiarimenti in merito.
4. Lo stesso VicePresidente del Consiglio afferma anche che “c’è chi ha ventilato l’ipotesi che dovessi procedere io” – il VicePresidente del Consiglio – “alla nomina in qualità di VicePresidente del Consiglio”. Intendiamo quindi sapere chi ha “ventilato” al VicePresidente del Consiglio tale ipotesi: soprattutto, trattasi di funzionario/i comunale/i? In tal caso, in base a quale presupposto amministrativo è stato “ventilato” al VicePresidente di procedere in tal senso?”

 

Claudio Ubertini – Forza Italia
Luigi Maria Buzzi – Fratelli di Italia
Elpidio Micci – Gruppo Misto
Francesco Moltoni – GAL
Gianmaria Santucci – Fondazione
Chiara Frontini – Viterbo 2020
Gianluca De Dominicis – Movimento 5 Stelle

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.