Oli esausti a Tuscania, il M5S interroga l’amministrazione sull’abbandono dei contenitori

0

TUSCANIA – Il Movimento 5 Stelle di Tuscania, attraverso il proprio portavoce Fabio Rossi, ha presentato in data 14 settembre un’interrogazione al Sindaco e alla Giunta con la quale chiede chiarimenti circa lo stato di abbandono dei contenitori per la raccolta di oli esausti e la loro mancata distribuzione alle famiglie.

 

Come si può vedere dalle foto scattate un paio di giorni fa, alcuni dei contenitori consegnati dalla Provincia di Viterbo, ormai quasi 3 anni fa, giacciono inutilizzati presso il terreno adiacente agli impianti sportivi dell’Olivo, senza nessun tipo di protezione dalle intemperie. Non è stato rintracciato, invece, il luogo dove sono stati depositati i contenitori da 2,2 litri per le famiglie.

 

Infatti, la Provincia di Viterbo, a seguito di finanziamenti regionali, ha indetto nel 2011 una gara avente ad oggetto la fornitura di contenitori per la raccolta degli oli esausti vegetali provenienti da utenze domestiche. La gara prevedeva, tra l’altro, l’acquisto di n. 138.000 contenitori da 2.2 litri circa da consegnare alle famiglie e n. 160 contenitori da 220 litri circa da installare in aree facilmente accessibili dei territori comunali individuati dalle singole Amministrazioni

 

L’aggiudicazione avvenuta nel 2012 al prezzo di Euro 816.171,23 + IVA è stata seguita dalla consegna dei contenitori (a costo zero), a tutti i Comuni della Provincia di Viterbo, in quantità correlata al numero degli abitanti. Nei comuni che avevano individuato le aree da utilizzare, la ditta appaltatrice ha provveduto direttamente all’installazione, nel caso contrario (come Tuscania) i contenitori sono stati invece depositati in locali comunali, nell’attesa di definire gli spazi ad hoc.

 

A Tuscania, ad oggi, niente è stato ancora fatto per informare la cittadinanza e per distribuire alle famiglie le taniche da 2,2 litri per la raccolta domestica degli oli. Come non sono ancora stati individuati i siti dove depositare i contenitori per la raccolta. Non sono valsi neppure i numerosi solleciti fatti dall’Assessorato provinciale all’Ambiente anche a fine 2014, volti ad un assunzione di responsabilità dei Comuni negligenti.

 

Gli attivisti 5 stelle di Tuscania hanno documentato con foto lo stato di abbandono in cui si trova il materiale ricevuto dalla Provincia di Viterbo, ricordando che la raccolta degli Oli esausti è fondamentale per il giusto mantenimento dei depuratori delle acque reflue. Inoltre gli oli possono essere riciclati da aziende preposte che si occupano della raccolta a costo zero per i comuni: riteniamo urgente un avvio della distribuzione dei kit alle famiglie di Tuscania. I tuscanesi meritano una risposta circa la mancata attuazione di questa iniziativa che riteniamo un giusto e adeguato segnale per il rispetto e la conservazione del nostro territorio.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.