“Cammina con noi”, Beatrice scende in piazza per la prevenzione del tumore al seno

0

 

VITERBO – Domenica prossima, 16 di ottobre, si rinnova il tradizionale appuntamento con la passeggiata di prevenzione “Cammina con noi” organizzata dall’associazione Beatrice Onlus con la collaborazione di Walk in Tuscia e il patrocinio della Asl di Viterbo.

L’iniziativa, come ogni anno, si svolge in occasione di Ottobre rosa: la campagna di sensibilizzazione e di informazione promossa dalla Regione Lazio con l’obiettivo di ampliare la cultura della prevenzione della salute e, in particolar modo, di sensibilizzare le donne sulla necessità di sottoporsi agli esami specifici utili per prevenire il tumore al seno.

Attraverso “Cammina con noi”, Beatrice Onlus intende mandare un messaggio forte di prevenzione, tingendo di rosa, il colore delle magliette indossate dai numerosi partecipanti, le vie del centro storico viterbese. Aderire alla manifestazione è semplice, basta presentarsi alle ore 9 in piazza del Gesù per il tradizionale ritrovo e per le iscrizioni. Alle ore 10, puntuale inizierà la camminata di 9 chilometri che terminerà sempre a piazza del Gesù. A tutti i partecipanti verrà consegnata la maglietta, rigorosamente rosa, di Beatrice. Il ricavato dell’iniziativa servirà a finanziare le molteplici attività dell’associazione finalizzate a dare un sostegno concreto e attivo alle donne operate di tumore al seno.

Ottobre rosa proseguirà, inoltre, nelle strutture ospedaliere della Tuscia, attraverso delle giornate dedicate all’esecuzione gratuita delle mammografie per le donne fuori dalla fascia di età dello screening, tra i 45 e i 49 anni e tra i 70 e i 74 anni.

“La Asl di Viterbo – spiega il direttore del Coordinamento screening, Silvia Brezzi – è da sempre impegnata nella promozione della cultura della prevenzione. Infatti, da molti anni nella nostra azienda sono attivi i Programmi di screening dei tumori femminili e, dal 2014, anche lo screening del tumore del cancro del colon retto. I programmi di screening si caratterizzano per l’offerta attiva, con invito spedito a casa, di un intero percorso diagnostico-terapeutico, sottoposto a controlli di qualità, allo scopo di diagnosticare precocemente i tumori, curarli e poterli guarire. Lo screening del tumore della mammella garantisce alle donne di età compresa tra 50 e 69 anni l’invito, ogni 2 anni, ad eseguire una mammografia gratuita. In caso di sospetto le donne sono sottoposte a tutti gli accertamenti presso la unità operativa di Diagnostica e screening senologico di Montefiascone e, se necessario. all’intervento presso la Breast Unit, potendo così guarire da questa malattia che è la prima causa di morte per tumore per le donne”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.