Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito alla festa dell’Aves di Viterbo

0

 

VITERBO – Si è celebrato oggi, presso l’aeroporto “Fabbri”, il 65° anniversario della costituzione dell’Aviazione dell’Esercito alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo ERRICO, del Comandante delle Forze Operative Terrestri, Generale di Corpo d’Armata Alberto PRIMICERJ, e numerose autorità civili, fra cui il sindaco di Viterbo ing. Leonardo Michelini, religiose e militari del viterbese.

 

In apertura, il Generale di Divisione Antonio BETTELLI, Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, ha messo in risalto l’assoluto senso di orgoglio di appartenenza alla specialità che caratterizza e contraddistingue tutti i Baschi Azzurri, ricordando tutti i caduti dell’Aves che, proprio in virtù di quel sentimento, si sono spinti con valore fino all’estremo sacrificio.

 

Nell’elogiare la professionalità maturata dal personale della specialità sia sul territorio nazionale, nei casi di emergenza e pubbliche calamità, sia nei teatri all’estero che hanno evidenziato il ruolo di primaria importanza della terza dimensione nell’ambito delle moderne operazioni terrestri, il Vertice della Forza Armata ha evidenziato come tale pedina operativa, divenuta oramai cruciale, non possa essere esclusa dal processo di trasformazione che sta investendo l’intera Forza Armata e che la porterà ad avere un ruolo più preponderante nei processi decisionali dello Stato Maggiore dell’Esercito. Processo di revisione tanto più necessario in considerazione non solo della riduzione del numero di aeromobili, ma anche della necessaria introduzione di una moderna e maggiormente strutturata filosofia di supporto logistico integrato che porti all’aumento degli standard qualitativi degli aeromobili in dotazione.

 

Il Gen. C.A. Danilo ERRICO ha, in seguito, conferito le onorificenze al personale dell’Aviazione che si è particolarmente distinto in operazioni all’estero. In particolare sono state consegnate due Medaglie d’Argento al Valore dell’Esercito, rispettivamente al Cap. Paolo GIANGREGORIO e al 1° C.M. Simone SERNACCHIOLI, e la Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito al Col. Giuseppe POTENZA.

 

A dare maggiore risalto alla cerimonia ha contribuito la presenza dell’Associazione Nazionale Aviazione dell’Esercito che testimonia il forte legame tra i Baschi Azzurri di ieri e quelli di oggi; il 1° raduno nazionale del personale che ha partecipato dal 1979 a oggi alla missione ITALAIR/UNIFIL in LIBANO e il raduno istruttori di volo e tecnici dell’Aviazione dell’Esercito.

 

L’Aviazione dell’Esercito, costituita il 10 maggio 1951, è una specialità tecnologicamente all’avanguardia, una componente determinante nei moderni scenari di impiego dell’Esercito che garantisce concorso, sostegno e protezione alla popolazione sia in Italia sia all’estero.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.