Costa Volpara in concerto per la Giornata Mondiale della Voce

0

 

VITERBO – l prossimo 16 Aprile è una data storica nel panorama del Folk Rock Cantautorale: torna a esibirsi al completo dopo un anno e mezzo il Gruppo Costa Volpara che in occasione della Giornata mondiale della Voce, iniziativa nata per sensibilizzare il pubblico sulla cura e la prevenzione vocale, suoneranno presso il Locale Subway di Viterbo.

 

E’ un appuntamento imperdibile per tutti i fans della band, che avranno l’occasione di ascoltare dal vivo l’ultimo disco del gruppo “Ultimo raccolto antologia” contenente i pezzi degli album “Le favole importanti” e “Dona gli anni al vento buono”, compreso il nuovo singolo “La bolla di sapone”.

 

Oggi la Costa Volpara è diventata una Icona per gli abitanti del viterbese. E’ il gruppo cantautorale che meglio sa rappresentare il territorio e la sua gente perché ogni loro canzone trasporta con sé sofferenze e conquiste del quotidiano. I testi oltre a sprigionare una energia tale da smuovere anime e coscienze assopite da anni, sono un elogio fedele agli incantevoli paesaggi della Tuscia e alle milioni sfumature racchiuse in ogni angolo del viterbese.

 

“Il 16 aprile 2016, in occasione della Giornata mondiale della Voce, sarà un piacere eseguire dal vivo i brani di “Ultimo Raccolto Antologia”, contenente gli EP “Dona gli anni al vento buono” e “Le favole importanti”, presentando così la formazione 2016 della Costa Volpara” dice Antonello Giovanni Budano ,in arte Volpara, leader della band, mostrando entusiasmo per un evento che la vedrà suonare in formazione completa dopo tempo. “Avranno cura di me e io di loro” prosegue Antonello “Cristiano Pizzati e Marco Niccolai alle chitarre, Paolo Valente al basso, Roberto Galli alla batteria, Danilo Magalotti al Bouzouky e Valentina Beligni ai cori”.

 

“Dopo tanti anni” afferma Volpara “acquisire la consapevolezza di aver offerto a molti una o più colonne sonore a sottofondo della propria esistenza di averlo fatto senza produzioni discografiche- è qualcosa di meraviglioso. Sapendo comunque è sempre di non sapere, nella musica come nella vita, essere veri e costanti è ciò che conta. Tra millanta anni, nell’istante in cui le luci si spegneranno, potremo sorridere coscienti di aver donato agli anni il vento buono”. Una serata da non dimenticare.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.