Acquapendente, magia dell’arte con l’Urban Vision

0

ACQUAPENDENTE – “L’Urban Vision Festival ci ha regalato un’altra Acquapendente. Per due giorni la nostra città è stata protagonista di un’esperienza nuova, colori e atmosfere che hanno coinvolto tutti, in uno scenario magico che ha trasformato il centro storico in un percorso artistico tutto da scoprire.

 

Ringrazio Riccardo Crisanti e Daniele Antonaroli in rappresentanza di tutti i ragazzi aquesiani che hanno realizzato l’Urban Vision, e sono orgoglioso personalmente e come Sindaco di aver contribuito all’organizzazione di questo evento”.

 

Il Sindaco Alberto Bambini commenta così l’ottima riuscita dell’Urban Vision Festival che si è svolto il 10 e 11 luglio 2015 ad Acquapendente. Commenti positivi da parte di tutti i visitatori, numerosissimi, che in questi due giorni hanno potuto apprezzare un programma ricco e variegato di eventi: spettacoli teatrali, mostre fotografiche e pittoriche, opere di Street Art permanenti, pannelli realizzati dal vivo e spazi ricreativi.

 

“Ringrazio gli artisti dei quattro murales – continua il Sindaco – Max Petrone, Chekos, Eime e Kadmeia (Paolo Marziali) che con il loro lavoro hanno regalato alla nostra città delle opere meravigliose, rendendo quei luoghi speciali ed inconfondibili, i bozzettisti dei Pugnaloni che hanno realizzato dei pannelli magnifici e gli artisti che hanno esposto nelle mostre”.

 

“La Street Art ha conquistato Acquapendente – dichiara il Vicesindaco Maicco Pifferi –, gli aquesiani ed i turisti hanno apprezzato questo modo nuovo di concepire l’arte, qualcosa da vivere insieme a chi la fa e mentre prende forma. Vedere i writers mentre realizzavano i murales è stata un’esperienza magica. Va dato merito ai nostri ragazzi, ai bozzettisti, agli artisti e ai writers che nei giorni più torridi dell’estate hanno lavorato dalla mattina alla sera per regalare a noi tutti una bellissima festa, per convincere anche i più scettici che oltre alle buone idee servono la fatica e il sudore. I nostri ragazzi nell’organizzazione dell’evento si sono dimostrati, oltre che bravi, seri e maturi, altro che bamboccioni”. “Abbiamo creduto in questo progetto fin dall’inizio – aggiunge l’Assessore alla sanità e servizi sociali Paola Serafinelli –, convinti che questo festival avrebbe regalato emozioni speciali. La forza è stata dei ragazzi aquesiani che con passione hanno lavorato al programma ed alla sua realizzazione, scovando idee ed artisti che potessero regalare ad Acquapendente un’esperienza simile. Come Amministrazione Comunale siamo soddisfatti di questa prima edizione dell’Urban Vision e speriamo di proseguire su questa strada”.

 

“Ringraziamo le attività locali – continua il Vicesindaco Pifferi – che hanno realizzato l’allestimento di ben 23 punti di ristoro per lo Street Food con prodotti di alta qualità, un modo diverso di vivere il cibo e l’arte attraverso il percorso creato nel centro storico, anche questa una nuova esperienza per Acquapendente”.

 

“Vedere così tanta gente, un pubblico nuovo e per la maggioranza giovane – conclude il Sindaco – affollare le vie di Acquapendente in queste sere di luglio è stata una bellissima soddisfazione; questo evento si aggiunge alle tante iniziative che vengono realizzate in questi anni. Speciale è stato sicuramente vedere il Palazzo Comunale inondato delle immagini del Visual Mapping. L’Urban Vision ci ha emozionato tutti, la bellezza dei murales parla da sola e caratterizza Acquapendente per l’apertura a nuove forme d’arte”.

 

L’Amministrazione Comunale ringrazia, infine, la Polizia Locale e le forze dell’ordine per aver contribuito al buon andamento della manifestazione, la Coop. L’Ape Regina per l’apertura straordinaria della Pinacoteca e del Museo della città, le attività commerciali e i cittadini tutti per gli eventuali disagi che si sono potuti creare.

 

L’Urban Vision è stato organizzato dal Comune di Acquapendente, con il contributo di Dark Camera quale Associazione capofila del progetto Officine dell’arte di Acquapendente, con la collaborazione di Regione Lazio, Pro Loco di Acquapendente, Istituto Istruzione Superiore Artistica Classica Professionale di Orvieto, OAM Officina Arti Mestieri Acquapendente, Associazione Teatro Boni.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.