Balletto di Oriolo, uno spettacolo per la Festa della Donna

0

ORIOLO ROMANO – Il comune di Oriolo Romano il 13 marzo dedica un evento alla donna, il Balletto di Oriolo risponde presente con un nuovo lavoro intimistico sulle note di Franz Shubert.

 

Tre donne immerse, sepolte nel buio del loro profondo. Una luce si muove con cura su di loro, a scoprirne le identità, gli stati d’animo. La loro bellezza.

 

La donna esprime il suo splendore nella sua complessità, in quel sensibile groviglio fatto di mille colori e infinite sfumature: si deve essere uomini artisti dell’amore e della vita per saperle apprezzare nella loro completezza. E solo in questo modo si da loro la possibilità di essere se stesse e di manifestarsi per l’intero mondo che vivono dentro. Questo non è solo rispetto ma onorare la vita con la bellezza della natura, come per una fioritura primaverile, fatta di mille colori e infiniti profumi.

 

Le note di Shubert viaggiano e si accavallano lasciando svelare diverse immagini diverse dinamiche emotive apparentemente slegate, ma unite da una psicologia femminile che oscilla tra il razionale e il forte senso percettivo.

 

In questo modo il coreografo della compagnia il Balletto di Oriolo, Andrea Cagnetti, ha voluto dedicare la sua sensibilità alla donna. La performance si potrà vedere nella sala polivalente del centro anziani di Oriolo domenica 13 marzo nell’ambito dell’evento “Donne all’Opera”. Una iniziativa voluta e organizzata dal comune di Oriolo Romano.

 

Sulla scena ci regaleranno le loro sensazioni, le loro emozioni e il loro mondo interno le danzatrici Letizia Di Filippo, Martina La Malfa e Greta Tagliaferri.

 

Le tre ragazze stanno seguendo un percorso formativo gratuito, e con il patrocinio del comune di Oriolo, basato sull’ascolto del corpo per accedere agli spazi intrapsichici. Per acquisire la capacità di generare degli stati d’animo e quindi delle emozioni come motore delle azioni. Una danza motivata. E poi arricchita delle regole che la rendono fruibile.

 

“Donne all’Opera” sarà anche l’occasione per far dire la sua, o meglio “ballare la sua”, alla giovanissima interprete Gloria Cagnetti, con una coreografia che si muove sulle note di un famoso brano della cantante Arisa.

 

La sinergia limpida e costruttiva tra la giunta comunale e il Balletto di Oriolo continua a dare i suoi frutti. Altri impegni della compagnia di danza contemporanea saranno: il 14 aprile in una importante collaborazione teatrale diretta da Esper Russo. Il 30 aprile a Palazzo Altieri per il comune di Oriolo in un incontro di poesia, musica e danza.

 

PARTICOLARI FEMMINILI – ingresso gratuito – a partire dalle ore 17, domenica 13 marzo al centro anziani di Oriolo Romano in via Claudia 5.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.