Concluso il progetto Unitus per la pesca in mare

0

VITERBO – Si è chiuso ieri Tyrrhenus (www.tyrrhenus.it), acronimo del progetto ‘Piano d’azione ed elaborazione di un modello di gestione integrata per tre aree Natura 2000 marine, inerenti l’attività di pesca’ finanziato dal programma europeo FEP LAZIO 2007-2013, nell’ambito della Misura 3.2 ‘Misure intese a preservare e sviluppare la fauna e la flora acquatiche’, realizzato da Centro Ittiogenico Sperimentale Marino(CISMAR), Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche (DEB), Università della Tuscia , sotto la direzione del Prof. Nascetti, proseguendo le attività di analisi, studio e monitoraggio promosse per la salvaguardia degli habitat e delle specie marine, ( vd POSEIDONE), e abbiamo voluto iniziare un percorso per informare e sensibilizzare, per coinvolgere e responsabilizzare ogni singolo cittadino, indipendentemente dal ruolo che svolge. Tyrrhenus propone la realizzazione di un piano di gestione delle risorse biologiche costiere e marine in tre aree Natura 2000, al fine di migliorare le condizioni di conservazione degli habitat e di aumentare la capacità degli stock ittici, e che garantisca la partecipazione attiva degli stakeholders sia nella fase di programmazione che nella fase di controllo e monitoraggio.

 

Il progetto s’ispira alla Convenzione di Barcellona per la protezione del Mediterraneo dall’inquinamento e ai suoi protocolli, alla Direttiva 2008/56/CE- Direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino, al Regolamento (CE) n. 1967/2006- Misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca nel Mar Mediterraneo, allo Studio per l’istituzione di Aree Pilota ICZM realizzato nel 2003.

 

Sono state realizzate una serie di azioni volte a valutare l’attuale stato delle risorse, redatto un Piano d’azione per valutare le criticità, coinvolto pescatori e istituzioni nelle diverse fasi per costituire un gruppo di lavoro e proposto ‘il Manifesto per la Salvaguardia del Mare’, sottoscrivibile on line su www.tyrrhenus.it.

 

Tyrrhenus ha incontrato favorevolmente il supporto e l’appoggio della Guardia Costiera di Civitavecchia e Montalto di Castro, il Comune di Montalto di Castro, dell’Ass.ne Diving AssoPaguro e della Soc. Piccola Pesca Harmine.

 

Il mare è uno straordinario ecosistema, che è sempre riuscito a ripristinare rapidamente il proprio equilibrio. Oggi la pressione antropica, generata da numerose concause, sta determinando il collasso delle risorse, ma oltremodo sta influendo sulla capacità del mare di ‘rigenerarsi’.

 

Non bastano le norme e gli studi scientifici, ognuno di noi deve concepire diversamente il suo ruolo e sentirsi come la singola parte di un ‘tutto’, da cui dipendiamo e che dipende da noi. Per capovolgere il nostro comportamento, modificare i parametri che sino ad oggi hanno guidato le nostre attività e azioni, non bastano leggi e norme, dobbiamo acquisire: la conoscenza necessaria per apprezzare le risorse che abbiamo a disposizione; e la consapevolezza che dobbiamo attuare modalità e metodi che siano meno invasivi e distruttivi per preservare e salvaguardare il nostro ecosistema.

 

Nasce così SottoSopra, la campagna di comunicazione del progetto , per sottolineare due ‘mondi paralleli’: sotto: il mare, il mondo sott’acqua, non visibile nella sua totalità e sconosciuto alla maggior parte di noi; sopra: noi e il mondo terrestre . Ma vuole indicare soprattutto la forte interrelazione tra i due ‘mondi’, come il mare sia fondamentale per la nostra esistenza ed economia, e che è necessario mettere sottosopra i nostri comportamenti e la gestione di ogni attività per ripristinare il giusto equilibrio tra i due mondi per garantire a noi e alle future generazioni le risorse di cui ancora oggi possiamo godere.

 

La Campagna di comunicazione ha visto la realizzazione di 2 ‘Conferenze del mare’, Montalto di Castro e Tarquinia, la Conferenza stampa finale con l’intervento del Gruppo di Lavoro e del Comitato scientifico, con presentazione dei Partners, del Piano di Azione, del Manifesto del Mare e proiezione e distribuzione dei 3 video( sulla bellezza del mare, sui possibili scenari in assenza di interventi idonei per ripristinare e mantenere gli equilibri ecosistemici sulla pesca, sulla costa e sul turismo). Un’immersione guidata con il rilascio di alcuni esemplari di giovanili di Cavalluccio marino, Astice e mazzancolla, allevati presso il CISMAR, che causa maltempo è stata annullata , ma sul sito sarà riproposta la nuova data.

 

Presso le attività commerciali sono distribuite cartoline segnalibro che, attraverso immagini e brevi inserimenti di dati sul mare, le specie, e gli habitat, e l’impatto delle attività antropiche, mira a sensibilizzare tutti i cittadini per modificare le nostre azioni per salvaguardare l’ambiente marino. Sul sito web sul quale è possibile seguire l’iter di realizzazione attuazione del piano, scaricare documenti, video e foto.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.