Il Fondo Puglisi Alibrandi per la Biblioteca sulle Arti dello Spettacolo di Viterbo

0

VITERBO – La Biblioteca Consorziale di Viterbo si arricchisce di un’altra donazione da parte di un Carlo Maria Puglisi Alibrandi, che a titolo personale rende possibile l’acquisizione di molti titoli sul cinema e il teatro.

 

Dopo la sala multimediale, offerta da un munifico benefattore anonimo, la Biblioteca Consorziale di Viterbo continua a ricevere encomi e apprezzamenti da parte delle istituzioni – l’assessore Lidia Ravera l’ha menzionata tra le strutture di pregio in ambito culturale – e della cittadinanza. Grazie al fatto di essere oramai riconosciuta come un asset fondamentale per la cultura di questo Paese, la Biblioteca si è vista finanziare generosamente da un cittadino che ha a cuore le sorti della cultura in questo momento storico avverso.

 

Carlo Maria Puglisi Alibrandi, amministratore delegato di un importante compagine societaria, dopo aver sponsorizzato con Enerpetroli una mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini che è stata visitata da molte scuole della provincia, ha deciso di contribuire a titolo personale all’arricchimento della Biblioteca sulle Arti dello Spettacolo, finanziando l’acquisto di numerosi titoli riguardanti le discipline dello spettacolo.

 

“Un gesto importante e non scontato”, sostiene Paolo Pelliccia, Commissario Straordinario della struttura, “specialmente in questa congiuntura economica non facile, da parte di un cittadino di questa comunità che si va ad aggiungere ad altri riconoscimenti ricevuti dalla nostra struttura e ci spinge a fare sempre meglio.”

 

Il fondo di libri acquisiti (e ancora in via di acquisizione) attraverso la donazione di Puglisi Alibrandi, comprende volumi di pregio e di particolare interesse bibliografico, culturale ed antiquario, risultando in molti casi fuori catalogo e introvabili riguardanti la storia della musica, la storia del teatro e della critica teatrale, nonché monografie sul cinema del novecento e altri temi attinenti allo spettacolo.

 

Una menzione particolare va riservata ai libretti delle opere musicali e teatrali, che unite alla dotazione multimediale, I collaboratori della biblioteca stanno inventariando e catalogando velocemente tutti questi nuovi titoli, in modo da renderli presto disponibili per gli studenti e gli appassionati delle arti legate allo spettacolo.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.