Michele La Ginestra inaugura la nuova stagione del Teatro Bianconi

0

CARBOGNANO – La stagione del Teatro Bianconi di Carbognano si apre con uno degli attori più amati dal pubblico del dinamico teatro dei Cimini. Sabato 10 ottobre alle 21.00 e in replica domenica 11 Ottobre ore 17:30, ritorna sullo storico palcoscenico viterbese Michele La Ginestra insieme a Edy Angelillo con il suo ultimo spettacolo: “La matematica dell’amore (radice di 2)” in una nuova versione, dopo 7 anni di repliche e di successi in tutta Italia, del testo scritto da Adriano Bennicelli (vincitore del Premio di scrittura teatrale Diego Fabbri), con la regia di Enrico La Manna.

 

La vicenda ruota intorno a due personaggi, Geraldina e Tommaso, ormai maturi, lontani dalla giovinezza ma non dai ricordi e da quelle sensazioni che da sempre hanno accompagnato la loro vita di coppia. Tommaso ha raggiunto l’età della pensione e traccia un bilancio del suo passato, attraverso memorabili flashback prende vita la storia d’amore tra Gerri e Tom, il loro primo incontro, il primo bacio, la naturalezza dei gesti; poi l’adolescenza, la crescita e la voglia di vivere ed amare. Infine la beata giovinezza, l’impulsività, i tanti sogni e le variegate speranze. Ricordi, emozioni e giochi di sessant’anni di vita insieme, tra alti e bassi, tra prendersi e lasciarsi, raccontati con la voglia di sorridere, anche delle difficoltà. Le loro vite sono state distinte e contrapposte, divise da caratteri differenti, ma unite da un solido amore. Il racconto è arricchito da una sequenza di numeri e di operazioni matematiche che Tommaso elenca con ironia, ma che ha sempre odiato e rifiutato ritenendole inutili, pur essendo costretto, suo malgrado, a doverle studiare sin da bambino. È una storia d’amore, di matematica e di sentimenti.

 

Lo spettacolo è intenso, particolarmente avvincente e pieno di emozioni, un testo pieno di ritmo e di brio. I dialoghi brillanti e le battute ironiche creano momenti di pura allegria strappando sorrisi ed applausi. La bellezza dello spettacolo è quella di saper far coesistere l’allegria con la riflessione e l’emozione, senza nessun tipo di conflitto, rendendo tutto gradevole e affascinante. Strepitosa l’interpretazione di Michele La Ginestra e Edy Angelillo, che sanno costruire con struggente passione la storia d’amore; sicuramente la bellezza dello spettacolo devo molto anche alla poliedricità e alle innumerevoli doti artisti dei due attori. Preziosa ed emblematica la regia di Enrico Maria Lamanna.

 

Un grande inizio per una Stagione Teatrale pensata e creata per regalare divertimento ed emozioni forti. Ben 15 gli spettacoli in programma, tutti scelti attentamente per garantire la massima qualità artistica e soddisfare le aspettative di un pubblico esigente, che negli anni è lentamente ma inesorabilmente aumentato solo grazie all’infinito passaparola tra gli spettatori, in un continuo progresso di crescita culturale e artistica.

 

Un cartellone coraggioso in questi tempi di grave crisi e ad “impatto zero” per il contribuente perché frutto del solo lavoro volontario dei soci del Gruppo GIAD Teatro e del sostegno di alcuni sponsor senza alcun contributo pubblico. E’ anche questo il valore aggiunto del Teatro Bianconi dove tutte le proposte sono pensate per non lasciare nessuno a casa, e far vivere e respirare a tutti la magia e la passione del teatro.

 

Per informazioni e prenotazioni si può consultare il sito internet www.teatrobianconi.it, la pagina facebook del Teatro Bianconi o telefonare al 340 1045098 (24h) o allo 0761 613695.

 

Michele la Ginestra è conosciuto al grande pubblico per le sue apparizioni televisive in fiction (Nero Wolfe – Rai1, Amiche mie e Nati Ieri – Canale 5, I Cesaroni), programmi di intrattenimento (Colorado – Don Michele) e spot pubblicitari (è il testimonial della De Cecco), oltre per aver condotto I fatti vostri su Rai 2 e Solletico su Rai 1, e da Settembre 2014 Cuochi e fiamme su La 7D.

 

Ha partecipato a vari film (“Immaturi” di Paolo Genovese, “Viva l’Italia” e “Nessuno Mi Puo’ Giudicare” di Massimiliano Bruno, “Pazze di Me” di Fausto Brizzi), anche se rimane, soprattutto, un protagonista della scena teatrale (indimenticabile il suo Rugantino al T. Sistina accanto a Sabrina Ferilli)

 

Edy Angelillo iniziò giovanissima nel 1979 nel programma Domenica In. Ha partecipato a molti film di successo: Ratataplan con Maurizio Nichetti, In viaggio con papà, con Alberto Sordi, Madonna che silenzio c’è stasera con Francesco Nuti, e La bruttina stagionata, per il quale viene candidata al David di Donatello per la migliore attrice non protagonista.

 

In televisione ha affiancato Pippo Baudo nella presentazione del Festival di Sanremo nel 1984, nel 1998 interpretò Irene, nella prima stagione di Un medico in famiglia. Successivamente è stata protagonista in altre fiction TV di Rai UNO, tra cui: Madri, Giorni da Leone, Il veterinario e la sit-com di Rai 2 Sweet India. Nel 2011 ritorna a Un medico in famiglia insieme con Giulio Scarpati e con Nino Frassica nella serie di Rai Uno Cugino & cugino. In teatro ha lavorato con grandi registi come Pietro Garinei, Saverio Marconi, Patrick Rossi Gastaldi, Mattia Sbragia.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.