“Premio Romiti Junior”, un’occasione di incontro tra letteratura e legalità

0

VITERBO – Sulla scia del successo del premio letterario Mariano Romiti, che giunto alla sua quinta edizione ha ormai raggiunto una dimensione nazionale collocandosi tra i primi concorsi letterari di genere in Italia, i poliziotti dell’Associazione Mariano Romiti hanno ideato e realizzato il primo concorso “Premio Romiti Junior” riservato agli studenti delle scuole secondarie superiori di Viterbo e della provincia, chiamati a cimentarsi nella scrittura di un racconto giallo/noir in cui il protagonista sia un poliziotto.

 

Saranno i giovani studenti, in veste di scrittori in erba, a dover strutturare un storia credibile a tinte gialle in cui la figura di un poliziotto investigatore, sia esso uomo o donna, dovrà districarsi tra gli intrecci che faranno da sfondo ai delitti frutto della loro fantasia. Il concorso, indetto l’autunno scorso, è in pieno svolgimento e i primi elaborati, realizzati dai ragazzi in forma individuale secondo i parametri indicati nel bando (un massimo di 30.000 battute spazi compresi, corrispondenti a circa 10 pagine), sono già pervenuti all’ indirizzo di posta elettronica riservato al premio dall’Associazione Romiti. Il termine ultimo per la presentazione dei lavori è il 31 Marzo 2016. A partire da tale data gli elaborati verranno valutati in forma rigorosamente anonima da una prima Giuria formata da Poliziotti, che esprimendo un giudizio a carattere globale che terrà conto della qualità della storia proposta e del ruolo dell’investigatore, selezionerà i primi quindici racconti da sottoporre alla seconda giuria di esperti che con lo stesso criterio di valutazione, decreterà la classifica finale. Il Concorso troverà la sua naturale conclusione nella cerimonia di premiazione che si terrà nell’ultima serata di “Ombre Festival”, kermesse culturale dedicata alla legalità, al giallo, alla musica , al teatro e a molto altro che si svolgerà a Viterbo dal 13 al 17 Luglio pp.vv. con la direzione artistica dell’Associazione Mariano Romiti. I quindici racconti finalisti verranno raccolti in un’antologia che sarà pubblicata dalla Casa Editrice Serena di Raffaele D’Orazi.

 

Verranno premiati non solo gli autori dei racconti ma anche le scuole e gli insegnanti che avranno saputo meglio interpretare lo spirito del concorso, occasione di incontro tra cultura e legalità con gli studenti nel ruolo dei protagonisti. Proprio a loro sarà dedicata la cerimonia di premiazione all’insegna del divertimento e della spensieratezza. Per realizzare il Premio Romiti Junior si è costituito all’interno dell’Associazione Romiti un gruppo i lavoro composto da 10 poliziotti appartenenti al sodalizio (Pietro Corinti , direttore del Premio, Giulio Cristofori, Itala Di Guida, Roberto Fortunati, Rosida Geri, Ivano Liberati, Romano Lucarelli, Alessandro Maurizi, Catia Luciana Saponaro, Piero Sebastiani), che si sono occupati dell’organizzazione e della promozione del concorso incontrando, al di fuori dell’orario di servizio, gli studenti partecipanti presso i singoli istituti. Durante gli incontri , tuttora in corso anche negli istituti della provincia, i poliziotti della Romiti hanno illustrato ai giovani il lavoro del poliziotto investigatore nelle delicati fasi di un’indagine e le articolazioni degli Uffici della Polizia di Stato, proponendo loro gli opportuni spunti i e le suggestioni utili a strutturare il loro racconto. Non sono mancate le visite in Questura dove gli studenti hanno avuto modo di toccare con mano il lavoro del poliziotto. Tali incontri hanno costituito e continuano a costituire utili occasioni di confronto tra giovani e rappresentanti delle Istituzioni. Un progetto in cui è la cultura a fare da sfondo quale mezzo innovativo di comunicazione per diffondere tra i giovani un sentimento di legalità non imposta da condivisa.

 

L’importanza dell’iniziativa ha suggerito l’opportunità di presentare il progetto attraverso la conferenza stampa odierna tenuta presso la Sala Conferenze della Fondazione CARIVIT che finanzierà la realizzazione del Premio Romiti Junior. Hanno presenziato il Presidente della Fondazione Mario Brutti , Il Questore di Viterbo Dott. Lorenzo Suraci (foto), l’Assessore alla Cultura Antonio Delli Iaconi e Giulia Noviello, in rappresentanza del dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, ambito territoriale di Viterbo, dott. Daniele Peroni che ha collaborato attivamente nella realizzazione del progetto, diramando l’iniziativa a tutte le scuole superiori del viterbese.

 

Un ringraziamento va al sindaco Leonardo Michelini e all’Assessore ai Servizi Sociali con delega alle Politiche Giovanili Alessandra Troncarelli per il fattivo contributo al progetto.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.