Corrado Brachino e Antonio Fanicchia protagonisti al Campionato europeo della pizza gourmet

0

BAGNOREGIO – Da Bagnoregio a Desio. Il giovane pizzaiolo Corrado Brachino, 26 anni, ha partecipato al Campionato europeo della pizza gourmet, piazzandosi al secondo posto tra moltissimi concorrenti provenienti da Italia, Gran Bretagna, Svezia, Croazia, Svizzera e Polonia).

 

E’ stato un vero trionfo; trionfo al quale si è unito anche Antonio Fanicchia nella specialità «pizza in pala». Entrambi sono impegnati come pizzaioli presso il Pomo d’oro Pizzeria gourmet in Via della Quiete, 29 a Viterbo.

 

Il risultato della gara che ha visto gareggiare Corrado e Antonio nella «pizza in pala» è stato il secondo posto; piazzamento che non lascia dubbi sul fatto che siano pizzaioli DOC.

 

Viterbo può quindi vantare un primato importante e avere un luogo di prestigio nell’arte del «mangiare bene» e nel cibo di qualità.

 

Alcune sere fa i due pizzaioli hanno riproposto nel locale viterbese le pizze che sono valse il risultato prestigioso a livello internazionale: la «gourmet», una pizza con una crema di verza stufata, gallinella e carciofi croccanti, e la pizza alla pala, per due o quattro persone, condita con lonzetta, tartufo e scamorza affumicata. Il tutto abbinato alle birre artigianali Cortigiana B&B o una Munchner Weisse 5%, consigliate dal manager del locale Lorenzo Petruzzelli.

 

«Fare una ottima pizza – spiega Corrado Brachino – non è affatto facile: contano la qualità del pomodoro, la purezza dell’olio, la lentezza della lievitazione dell’impasto, l’abilità nel fondere tutti questi ingredienti. E poi, naturalmente, tanta creatività e un pizzico di genio».

 

La giuria che ha premiato Corrado e Antonio era formata da campioni del mondo anche loro capaci di preparare il piatto più amato del mondo. Al tavolo dell’assaggio erano seduti: Giulio Scialpi, pugliese, famoso per la sua «Contadina» a base di mozzarella, stracciatella, melanzana, caciocavallo, pangrattato con alici e burrata; Salvatore Lionello, napoletano, insuperabile nel cucinare la pizza vegana, o meglio «diversamente napoletana» e Giuseppe La Polla, sardo, specializzato nello sfornare pizze senza glutine. Una soddisfazione quindi per lo staff dirigenziale del Pomo d’Oro che con i suoi due “ pizzaioli” blasonati sta riscuotendo notevoli consensi.

 

Corrado Brachino

Corrado Brachino

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.