Frazione Le Grazie in fermento per i festeggiamenti in onore della Madonna

0

Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Anche quest’anno è giunto il giorno fatidico in cui si celebra la festa patronale della frazione Le Grazie in Montefiascone. La festa è intitolata alla Madonna delle Grazie, e per Essa, l’intera frazione, come ogni anno è entrata in febrillazione per realizzare il meraviglioso addobbo lungo le vie principali della Frazione stessa. Il tema di quest’anno aveva come soggetto le rose; circa settanta persone, in maggioranza donne, hanno lavorato per circa un mese per realizzare tutte le parti che poi sono state assemblate e montate abbellendo così tutte le vie ove nella serata, dalle ventuno in poi, con la partecipazione del vescovo L. Fumagalli, è passata la sacra Immagine.

 

Non possiamo elencare i nomi di quanti hanno lavorato, ma sappiamo che gli attivisti erano divisi in circa sette squadre ciascuna con il suo capo gruppo. Per il montaggio è servito tutto il sabato pomeriggio, anche se qualche lavoro preliminare era iniziato già nella mattinata.

 

Ogni squadra ha elaborato il tema come meglio ha creduto ed ha poi addobbato il tratto di strada che le era stato assegnato. Questa tradizioni va avanti dal lontano millenovecentocinquanta, allorché, in occasione della dichiarazione del dogma dell’Immacolata Concezione da parte di Papa, Pio Dodicesimo, venne eretta, al centro della piazza, antistante il santuario, la colonna su cui venne posta la statua della Madonna. Lunghi interminabili sessantacinque anni, durante i quali, questo lavoro in onore della Vergine, nel giorno della Sua festa, sotto il titolo Madonna delle Grazie, non solo è stato mantenuto, ma si è sviluppato ed ora risulta, veramente, un capolavoro che attira tanti visitatori.

 

Gli abitanti della frazione sono da elogiare poiché, con questo impegno e fantasia di mutare ogni anno soggetto e tecnica di realizzazione, non solo dimostrano il loro profondo amore e venerazione per la Vergine, ma hanno creato un valore turistico aggiunto alla cittadina di Montefiascone. Va ricordato, per cronaca geografica, che la frazione Grazie si trova lungo la regionale Umbrocasentinese ed è attaccata al centro del paese.

 

Non si deve poi dimenticare, ad onor di cronaca, che questa processione è, in modo assoluto, la più sentita e la più partecipata di tutte quelle che si celebrano nella cittadina di Montefiascone e richiama, ogni anno, oltre mille persone lungo tutto il percorso senza considerare quelle che sfilano, concretamente, in processione.

 

Tanto per avere un’idea di quanto lavoro e quanto tempo è stato impiegato, basti pensare che, quest’anno, sono stati realizzati circa cinquecento punti a terra (vasi) legati tra loro con una catena ovviamente tutto in carta crespata oltr

 

e una decina di vasi con fiori reali da tempo, appositamente, coltivati. Non va poi dimenticato l’addobbo interno alla Basilica; basti pensare che per esso sono stati impiegati ben ottocento garofani oltre duecento gladioli. Ogni descrizione, per quanto completa la si voglia fare, è comunque, sempre, restrittiva di quanto realmente si può ammirare sul posto; è d’obbligo recarsi alle Grazie il sabato sera prima della festa, che in genere si celebra nella prima domenica di giugno, per gustare qualcosa di veramente eccezionale.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.