Montefiascone, aperta la Fiera del Vino

0

Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – La città di Montefiascone, in una serata caratterizzata da un leggero venticello che ha reso la serata meno afosa, intorno alle ore nove e trenta, ha salutato la cerimonia d’apertura della cinquantasettesima edizione della Fiera del Vino organizzata dalla neonata Pro Loco.

 

Erano presenti i comandanti delle varie forse militari, oltre le autorità politiche locali, i consiglieri regionali Enrico Panunzi e Riccardo Valentini con l’on. Nicola Zingaretti, governatore della Regione Lazio che, accanto al sindaco L. Cimarello, ha provveduto al taglio del nastro. Prima del taglio del nastro il presidente del Corteo Storico, Gabriele Manzi, ha donato allo Zingaretti un gagliardetto del corteo ed una fiaschetta di vino chiamata Pulcinella; di essa ne sono state realizzate un migliaio di pezzi, tutte numerate ed al Governatore è andata la numero sessantacinque. Vi è stato il discorso inaugurale prima del sindaco Cimarello ed, a seguire, quello del Governatore Zingaretti.

 

Dopo il taglio del nastro tutto il gruppo delle autorità ha effettuato il percorso enoico visitando le cantine ed assaporando, con moderazione, il vino in ognuna di esse. La partecipazione del corteo storico, non a pieno organico, come ogni anno, ha reso la cerimonia molto suggestiva, mentre, il servo Martino, scriveva EST! EST!! EST!!! sulla Porta di Borgo, un folto pubblico, quest’anno più che mai numeroso, ha presenziato l’intera cerimonia. Le novità di questa edizione delle Fiera che, comunque, nella sua logistica, rimane una sagra paesana(le Fiere sono qualcosa di molto ben diverso) sono diverse, tra le quali, va sottolineata ed elogiata, la scelta di presentare solo cantine Montefiasconesi con l’offerta al pubblico di vino prodotto solo nel territorio comunale. Questo è un dato da considerare quale primo passo perché la sacra paesana diventi una vera e propria Fiera; le cantine partecipanti, in questo contesto, sono, pertanto, soltanto cinque: Cantina Sociale di Montefiascone, Cantina Falesco, Cantina Leonardi, Cantina Stefanoni, Cantina Pian dell’Orso. Il prodotto, vino, sarà di due tipi: bianco e rosso. All’interno della singola cantina sarà possibile anche acquistare bottiglie di vino da degustare, in gruppo, negli appositi tavolinetti che si trovano all’esterno della cantina stessa. Il percorso per le visite alle cantine è stato specificatamente chiamato In Cantina con Defuk- Percorso Enoico per le Vie del Centro Storico.

 

Le cantine saranno aperte tutte le sere dalle ore ventuno sino all’una della notte. Per la loro visita, dalle ore venti alle zero zero, si potrà acquistare, presso i due appositi stand, uno su P.le Roma, l’altro sulla centralissima P.zza V. Emanuele un pacchetto che comprende i buoni per accedere alle cantine, il bicchiere marchiato per degustare il vino, ed il sacchetto custodia che quest’anno è di colore rosso.

 

Per tutti i quindici giorni della Fiera (sagra), intorno alle cantine ed alla loro visita per la degustazione dei diversi vini, vi è una serie di spettacoli vari che si svolgeranno nelle più suggestive piazzette del centro storico, chiamate, per l’occasione, Arene. Ne parleremo più avanti dopo la loro realizzazione.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.