Polizia di Stato, celebrato il Santo protettore Michele Arcangelo (foto)

0

VITERBO – A Viterbo il Questore Lorenzo Suraci, con il suo staff, ha organizzato la celebrazione del Patrono della Polizia di Stato nella Chiesa di S. Angelo in Spatha in piazza del Plebiscito. Erano presenti, oltre al prefetto Rita Piermatti, le massime autorità civili e militari del capoluogo.

 

Don Angelo Massi ha tracciato nell’omelia la sintesi della figura del Santo protettore Michele Arcangelo, che viene celebrato il 29 settembre. San Michele Arcangelo viene rappresentato come un combattente, con la spada o la lancia nella mano e sotto i suoi piedi il dragone, simbolo di satana, sconfitto in battaglia.

 

Egli è stato proclamato patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII il 29 settembre 1949 per la lotta che il poliziotto combatte tutti i giorni come impegno professionale al servizio dei cittadini, per l’ordine, l’incolumità delle persone e la difesa delle cose.

 

Al termine è stata dedicata a San Michele Arcangelo la preghiera del poliziotto: “Oh! San Michele Arcangelo, nostro celeste Patrono, che hai vinto gli spiriti ribelli – nemici della Verità e della Giustizia – rendi forti e generosi, nella reverenza e nell’adesione alla Legge del Signore, quanti la Patria ha chiamato ad assicurare tra i suoi cittadini concordia, onestà e pace affinché – nel rispetto di ogni legge – sia alimentato lo spirito di umana fraternità. Per questo, imploriamo dal tuo Patrocinio rettitudine alle nostre menti, vigore ai nostri voleri, onestà agli affetti nostri, per la serenità delle nostre case, per la dignità della nostra terra”.

 

Foto-G-de-Zanet-Celebrata-Festa-S-Michele-2015-(6)

 

Foto G de Zanet Celebrata Festa S Michele 2015 (3)

 

Foto G de Zanet Celebrata Festa S Michele 2015 (2)

 

Foto G de Zanet Celebrata Festa S Michele 2015 (1)

 

Foto G de Zanet Celebrata Festa S Michele 2015 (4)

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.