Santa Rosa portata in “Gloria” dai suoi Facchini (foto)

0

Fumogeno contro la Macchina in via Garibaldi, ustionata una donna

 

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Si è fatta attendere, come solo le donne di gran classe sanno fare. Ma alla fine, ogni minuto trascorso ad aspettarla, ha ripagato pienamente chi, da ore, era lì solo per vederla passare. “Gloria”, sin dal momento in cui il telo che la protegge viene scostato, ammaglia i presenti con la sua candida bellezza. Gli occhi di tutti sono su di lei, giovane e inesperta Macchina al suo primo ingresso in società; bella e splendente alla luce del sole, aggraziata e affascinante nel momento in cui la notte bussa alle porte.

 

Sono le ore 19.30 quando la nuova Macchina inizia a prepararsi per la grande serata. I lumini che la avvolgono vengono accesi uno dopo l’altro, lasciando intuire la bellezza che, di lì a poco, caratterizzerà la creatura di Raffaele Ascenzi.

 

Dall’altro lato della città i Facchini di Santa Rosa sono ormai pronti a sfoggiare la propria divisa, facendo la propria uscita dal sagrato della Basilica della Santa Patrona alle ore 20.50.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (47)

 

Cavalieri puntuali, quelli di Rosa, che sfilano in mezzo a due ali di folla incitanti. Il saluto effettuato in Piazza del Plebiscito, luogo in cui l’onorevole Matteo Salvini si trova per assistere all’evento, fa da preludio alla salita di via Cavour, conclusa con il tripudio riservato agli oltre 100 Facchini da una piazza Fontana Grande sempre calda.

 

Lo striscione dedicato ai Facchini in piazza Fontana Grande

Lo striscione dedicato ai Facchini in piazza Fontana Grande

 

Da lì, dietro l’angolo, inizia a intravedersi la sagoma della regina della serata, “Gloria”, che accende tutte le proprie luci alla vista dei suoi cavalieri.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (1)

 

L’arrivo in piazza San Sisto è all’insegna del tripudio generale. Il vescovo Lino Fumagalli, all’interno della chiesa, ricorda ai facchini alcuni aneddoti della vita della giovane Rosa, invitando gli stessi ad essere portatori costanti del messaggio della Santa Patrona.

 

Conclusa la celebrazione religiosa la partenza sembra essere alle porte, ma un’altra delle protagoniste della serata deve in realtà ancora arrivare: trattasi della fiaccola “Lux Rosae”, benedetta mercoledì in Vaticano da Papa Francesco e partita da Roma giovedì mattina, trasportata di corsa da 18 messaggeri.

 

La fiaccola giunge a San Sisto con discreto ritardo. Sono infatti le 21.45 quando i messaggeri concludono la propria corsa ai piedi della Macchina applauditi convintamente dal pubblico.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (2)

La fiaccola arriva a San Sisto

 

Letto il messaggio di saluto inviato dal Pontefice ai viterbesi in occasione della festa di Santa Rosa, il presidente del Sodalizio dei Facchini, Massimo Mecarini, invita la folla a seguirlo in un sentito “Evviva Papa Francesco!”. E il pubblico, entusiasta, risponde convinto “Evviva!”.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (52)

Il presidente delm Sodalizio, Massimo Mecarini

 

A seguire giunge il saluto del sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini, accolto da una sonora bordata di fischi da parte dei viterbesi. “Il percorso mi hanno detto essere libero – annuncia il primo cittadino -; consegno pertanto la Macchina ai Facchini”.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (4)

Il sindaco Leonardo Michelini

 

Tutti, ormai, sono solo in attesa della “mossa”; ma il tardivo spegnimento di un faretto e dell’illuminazione di un’abitazione ritardano ulteriormente le operazioni di partenza.

 

Alla fine, i facchini “accapezzano il ciuffo” e, dopo tanto tribolare, in una piazza San Sisto in cui il cordone di sicurezza fa acqua da tutte le parti, arriva finalmente, alle 22.03, il primo “Sollevate e fermi”.

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (5)

I Facchini “accapezzano” il ciuffo

 

In piazza è un’apoteosi; la Macchina esce dall’impalcatura che l’ha contenuta in queste due settimane facendo brillare gli occhi di chi è consapevole di assistere a uno spettacolo unico al mondo.

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (2)

 

Purtroppo però, appena imboccata via Garibaldi, un episodio spiacevole rovina l’atmosfera di giubilo; dall’ingresso di via Vetulonia, infatti, un gruppo di idioti decide di lanciare un fumogeno verso la Macchina. L’oggetto scagliato dei mentecatti coglie il bersaglio grosso solo in parte (impattando su un faro della Macchina); il fumogeno, però, prosegue la propria corsa, andando a finire su una signora che stava seguendo il trasporto sul lato sinistro di via Garibaldi. La donna si procura una lieve ustione. I vigili del fuoco, nel frattempo, intervengono prontamente, spegnendo il fumogeno e le fiamme createsi lì intorno.

 

I Vigili del fuoco spengono le fiamme generate dal fumogeno

I Vigili del fuoco spengono le fiamme generate dal fumogeno

 

La Macchina, intanto, prosegue il suo viaggio verso la prima fermata di piazza Fontana Grande, luogo in cui il presidente Mecarini afferma: “Il primo tratto è stato eccellente; sono certo che anche il resto del percorso sarà ugualmente soddisfacente”.

 

Si riparte così alla volta di piazza del Plebiscito, in cui la Macchina, dopo aver compiuto una girata (dedicata a Viterbo e ai viterbesi), sosta per più di venti minuti. Commovente, nell’occasione, l’omaggio rivolto a Nello Celestini, attraverso delle immagini, trasmesse sul maxi schermo, che lo ricordano alla guida della Macchina di Santa Rosa.

 

La girata in piazza del Plebiscito

La girata in piazza del Plebiscito

 

Il cammino di “Gloria”, caratterizzato dalla presenza sul percorso di Vittorio Sgarbi e dell’onorevole Giorgia Meloni, riprende poi alla volta di piazza delle Erbe, quindi via verso la fermata del Suffragio in Corso Italia, tratto in cui la Macchina procede, condotta dal sapiente supporto delle guide, con maggiore cautela al fine di non urtare i balconi e i cornicioni delle abitazioni.

 

Gloria in arrivo a piazza Fontana Grande

Gloria di fronte la Chiesa del Suffragio

 

Dopo circa cinque minuti di sosta tecnica di fronte alla Chiesa di Sant’Egidio, “Gloria” fa il suo ingresso trionfale in piazza Verdi, dove i Facchini, guidati dal loro leader Sandro Rossi, compiono una girata e trequarti in onore di Nello Celestini e dei Facchini deceduti nell’ultimo anno.

 

L'arrivo in piazza Verdi

L’arrivo in piazza Verdi

 

Per i Cavalieri di Rosa resta ora solo, si fa per dire, la salita di Santa Rosa; una salita che i Facchini, supportati dall’aiuto delle corde, effettuano a ritmi vertiginosi e con una forza chiaramente alimentata dalla fede nella piccola grande Rosa.

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (17)

 

E’ mezzanotte e dodici minuti quando la Macchina, condotta sin davanti alla basilica, conclude il suo viaggio poggiandosi sui cavalletti. “Gloria”, dopo il “gran ballo” del tre settembre, è stata trionfalmente portata a casa dai suoi cavalieri, a conclusione di una serata in cui la stessa, con una sola uscita, è riuscita conquistare i cuori di tutti i viterbesi.

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (29)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (30)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (31)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (32)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (28)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (1)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (8)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (7)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (6)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (5)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (4)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (3)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (6)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (3)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (7)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (11)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (12)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (13)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (14)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (15)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (16)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (14)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (13)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (12)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (11)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (10)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (17)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (18)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (19)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (20)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (22)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (23)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (24)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (25)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (26)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (27)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (28)

 

Foto G de Zanet - Macchina di S. Rosa 2015 (31)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (9)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (15)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (16)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (18)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (19)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (21)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (22)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (23)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (24)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (25)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (26)

 

Foto G de Zanet -Trasporto gloria 2015 (27)

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.