“Gloria”, prima prova ok

0

VITERBO – (M.C.) Si è concluso come meglio non si potrebbe il primo tragitto compiuto da “Gloria”, la nuova Macchina di Santa Rosa ideata da Raffaele Ascenzi che, dal prossimo 3 settembre, sfilerà in tutto il suo splendore per le vie della città. Domenica mattina all’alba, infatti, è avvenuto il primo trasporto del traliccio, una pratica assente da ben 47 anni e rispoleverata per l’occasione dal Sodalizio dei Facchini. La Macchina, composta dalla sua base originale essenziale e da un traliccio metallico, ha iniziato il suo viaggio sulle spalle dei facchini all’alba a seguito del primo “sollevate e fermi”.

 

Prima sosta, come da programma, a piazza Fontana Grande, per poi ripartire alla volta di piazza del Plebiscito (tappa finale) dove i facchini, che hanno compiuto la consueta girata, sono stati accolti dal vescovo di Viterbo, Mons. Lino Fumagalli, che ha impartito la benedizione alla Macchina, ai Facchini e ai convenuti. Presenti all’evento anche il sindaco Leonardo Michelini e dal altri esponenti dell’amministrazione comunale.

 

Soddisfatto per la prima prova di Gloria, il presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, Massimo Mecarini, ha tenuto a sottolineare come questo primo test sia stato senza dubbio positivo e come lo stesso sarà certamente utile al fine di preparare nel migliore di modi la serata del 3 settembre.

 

Una serata, questa, che i viterbesi hanno dimostrato di attendere già con grande impazienza, come dimostrano le tante persone accorse nella prima mattinata odierna per assistere al primo breve tragitto compiuto da “Gloria”.

 

Gloria - Il traliccio della Macchina a Porta Romana

Gloria – Il traliccio della Macchina a Porta Romana

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.