Vitorchiano, commemorati i caduti e le Forze armate italiane

0

VITORCHIANO – L’Amministrazione comunale di Vitorchiano ha commemorato domenica 8 novembre la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate, in una cerimonia che ha riunito di fronte al monumento dei caduti nella piazza principale del paese, autorità civili, militari e religiose, associazioni di volontariato, combattentistiche e d’arma.

 

Al sindaco Nicola Olivieri si è unito quest’anno il comandante del III Reggimento elicotteri operazioni speciali (Reos) “Aldebaran”, colonnello Andrea Di Stasio, assieme a una rappresentanza di uomini del suo reparto, dei quali ben il 10% residente nel Comune di Vitorchiano. La presenza del drappello militare è stata voluta per far riflettere sull’importanza delle attività svolte dalle Forze armate italiane a favore della collettività.

 

Nell’ambito della manifestazione è stato infatti ricordato il senso della celebrazione di questa ricorrenza legata alle commemorazioni istituzionali che evocano la conclusione della Prima guerra mondiale il 4 novembre 1918: approfondire la conoscenza di quella storia a partire dalle testimonianze, tragiche ma così ricche di umanità, di chi l’ha vissuta e rileggere e comprendere quella storia a partire dall’oggi in modo da interpretare il nostro tempo ed evitare errori già compiuti. Un pensiero è andato ai caduti vitorchianesi della prima guerra mondiale, i Cianchi, Cupido, Scorzoso, Egidi e tanti altri giovani che lasciarono i campi, le case, gli affetti e si ritrovarono scagliati nella fornace del Carso.

 

E’ stato anche sottolineato il servizio reso dalle Forze armate, con un ruolo sempre più determinante nell’ambito di teatri di violenza e guerriglia, diventando oggi uno strumento di vera e propria pacificazione: se esiste ed esisterà una possibilità di pace, di libertà e di democrazia, lo si deve anche all’impegno degli uomini e donne in uniforme. Vitorchiano conosce bene questa realtà attraverso il servizio di tanti suoi concittadini militari che operano in terra straniera. Insieme al colonnello Di Stasio, è stato reso omaggio alle Forze armate e onore ai caduti anche in tempo di pace, che ricordano ancora una volta come la pace sia un dono e una conquista quotidiana per la quale alcuni di loro hanno sacrificato tutto, compresa la cosa più preziosa, la vita.

 

Per il colonnello Andrea Di Stasio “vedere i militari in divisa, lungo le strade di Vitorchiano in un un giorno di festa, ha suscitato nei cittadini un senso di sicurezza, in un momento in cui si sente più bisogno di sicurezza. La vicinanza di Vitorchiano ai propri concittadini in uniforme è stata l’occasione per consolidare i rapporti tra il Comune e il terzo Reos “Aldebaran”.

 

VIT_FFAA_01

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.