Festa del SS. Salvatore: nella processione tornano le antiche corporazioni delle arti

0

 

VITERBO – Il 7 e l’8 Maggio ritorna la festa annuale del SS. Salvatore, organizzata da un apposito Comitato costituitosi nell’ambito della Parrocchia di S. Maria Nuova. Sabato 7 alle ore 18,00 prenderà il via , dalla chiesa di S. Maria Nuova, la solenne Processione che porterà per le vie del centro storico il trittico del Salvatore collocato su di un carro trainato da buoi.

 

La prima parte del corteo, particolarmente curata quest’anno dal Comitato, vuole essere una rievocazione storica di quella che una volta era la Processione del SS. Salvatore, per secoli la più solenne di Viterbo, già codificata e regolata dallo Statuto della città del 1344 alla quale partecipavano, oltre alle autorità, tutte le Corporazioni delle Arti di Viterbo con gli stendardi e i rettori. Sono quindici gli stendardi che sfileranno nel corteo storico seguiti da figuranti in costume recanti gli strumenti del rispettivo mestiere.

 

In Piazza del Comune, come da tradizione, l’icona del Salvatore verrà accolta e salutata dal Sindaco della città e dalle autorità. La Processione riprenderà poi verso Piazza S. Maria Nuova dove il Vescovo Mons. Fumagalli impartirà la benedizione. Seguirà la S. Messa.

 

In Piazza Don Mario Gargiuli alle ore 21.00 l’Arciconfraternita del Gonfalone provvederà all’accensione del Sacro Fuoco dell’Ascensione e alla distribuzione della “giuncata”.

 

Domenica 8 Maggio le Ss. Messe in onore del SS. Salvatore verranno celebrate tutte nella chiesa di S. Maria Nuova di fronte al trittico solennemente esposto e, nel pomeriggio, nella Piazza antistante la chiesa, si terrà una festa popolare con spettacoli, giochi e intrattenimenti per bambini organizzata in collaborazione con Viterbo con Amore e Ludika”.

 

Don Mario Brizi
Parroco Parrocchia di S. Maria Nuova

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.