Il GTS di Gallese in scena con L’importanza di chiamarsi Ernesto

0

GALLESE – “Il GTS (Gruppo Teatrale Spontaneo) di Gallese, una compagnia teatrale amatoriale, la quale condivide da ormai sette anni il piacere di stare insieme facendo teatro, debutterà il 22, 23, 24, 28 e 30 aprile 2016 con il testo di Oscar Wilde L’importanza di chiamarsi Ernesto, trasformato per l’occasione in commedia musicale, con musiche composte dal maestro Gabriele Campioni.

 

Gli spettacoli si svolgeranno all’interno del Museo e Centro Culturale “Marco Scacchi” di Gallese, alle ore 21.00. Infatti, il gruppo opera da tempo all’interno di questa struttura, allestendo spettacoli teatrali che coinvolgono un grande numero di attori e collaboratori di ogni fascia di età, i quali impiegano gran parte del loro tempo libero in questa attività artistica, dagli importanti risvolti sociali ed umani. Infatti, nel corso degli anni il gruppo si è esteso e compattato, creando nuove amicizie e rafforzando rapporti già esistenti. Insomma, è un modo di creare bellezza stando bene insieme! La compagnia ha portato in scena recentemente Casa di bambola di Henrik Ibsen, rielaborato e riadattato appositamente e in autunno allestirà Il malato immaginario di Moliere, cimentandosi in questa nuova avventura. La regia di tutti gli spettacoli del GTS è affidata, ormai da molti anni, a Dionisio Finucci, che porta avanti con grande passione questo compito”.

 

Paola Testa

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.