L’associazione “Facciamo per Cambiare” ha presentato il progetto “IN-sicurezza”

0

ORTE – Un sabato all’insegna della capacità e della voglia di fare bene quello che si è svolto il 27 giugno ultimo scorso presso la sala del Palazzo Vescovile di Orte. L’associazione “Facciamo per Cambiare” ha presentato il progetto “IN-sicurezza” che ha coinvolto sette comuni della provincia di Viterbo e tre della provincia di Terni.

 

Il progetto ha come scopo quello di comprendere la realtà che stiamo vivendo e capire che percezione della sicurezza hanno i cittadini che vivono nel territorio. Il tutto attraverso la compilazione di un questionario anonimo, elaborato da due psicologi tra cui il dottor Simone Deci, che i cittadini potranno fare in tutto il periodo estivo. L’analisi successiva sarà in di tipo statistico tale che si possano estrarre i dati reali di sicurezza recepita. Gli stessi verranno presentati in un futuro congresso dove saranno nuovamente presenti i rappresentanti delle istituzioni dei sindaci delle forze dell’ordine e degli oltre trenta associazioni che hanno partecipato alla presentazione di questo progetto.

 

Iniziata con la voce di Alessandro Carlini e sviluppata poi andata da Luca Bonifazi la presentazione del lavoro è stata affidata al dr. Simone Deci. Molti anche gli interventi da parte dei rappresentanti dei Comuni entusiasti dell’iniziativa. Il sindaco dimissionario di oltre Moreno Polo ringraziando per questo tipo di attività ha sottolineato quanto importante attuale sia questo tema. Sono proseguiti con il sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci che da sempre è impegnato nella lotta alle truffe ai danni degli anziani e chi è particolarmente sensibile alla tematica trattata.

 

La parola è poi passata al sindaco di Vasanello Antonio Porri, che tra l’altro ha sottolineato la difficoltà delle amministrazioni locali a dover rispondere alle esigenze della collettività amministrata in un complesso quadro storico-sociale e normo-amministrativo come quello attuale.

 

Il sindaco di Giove Alvaro Parca per i Comuni della provincia di Terni patrocinanti l’iniziativa il quale ha posto l’accento sull’esigenza di collaborare con le associazioni sul territorio presenti, al fine di lasciare sempre connesso il tessuto sociale all’amministrazione cosa di cui negli ultimi anni a livello nazionale si è sentita la mancanza.

 

L’intervento conclusivo è stato fatto dal capitano della Guardia di Finanza Addolorato Benito in rappresentanza del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo; egli ha evidenziato quanto sia importante la partecipazione dei cittadini alla tutela della collettività. Ha concluso aggiungendo quanto sia importante l’aiuto dei cittadini danno alle forze dell’ordine per porre rimedio a quelle situazioni di criticità e di sicurezza che quotidianamente siamo chiamati a vivere. L’appuntamento conclusivo è stato dato a ottobre dall’associazione Massimo Dionisi e ringraziato tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa e che si sono mostrati sensibili all’argomento trattato.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.