L’IIS V. Cardarelli di Tarquinia capofila nel progetto E.L.I.OT

0

 

TARQUINIA – L’IIS V. Cardarelli capofila nel progetto E.L.I.OT. Arrivati martedì in città i delegati di Grecia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Ungheria.

Un grande successo, per la scuola coordinata dalla Dirigente scolastica Laura Piroli, grazie anche alla prof. Carla Prioreschi fautrice del progetto. Una scuola l’IIS che si apre all’Europa per una vera e propria innovazione a livello didattico e all’insegna della multiculturalità. Il progetto è infatti teso a migliorare le abilità di base, contrastare l’abbandono scolastico con l’apprendimento interdisciplinare e la tecnica del teatro esperienziale. Il progetto, che avrà durata 26 mesi è rivolto al biennio ha come obiettivi rafforzare le competenze di base,trasversali, linguistiche e digitali, ridurre la dispersione scolastica attraverso l’implementazione della tecnica teatrale, Rafforzare le attività curriculari e l’offerta extra curriculare con attività alternative e formative. Previsti sei incontri transnazionali di coordinamento del progetto (Italia nel 2016; Olanda nel 2017; Ungheria a luglio del 2017; Grecia nov. Del 2017, Portogallo nel marzo 2018, Polonia settembre 2018. Ci sarà l’elaborazione di 7 UD nelle discipline : Lingua Madre, Lingua Straniera Inglese, Francese, Geografia, Arte, Scienze, Fisica, Informatica; Diritto/Civica. Rappresentazione delle unità durante le due mobilità preparazione della simulazione di sessione MEP e rappresentazione teatrale.

Il progetto ha permesso all’IIS Cardarelli di avere a disposizione un’assistente madre lingua inglese per l’anno scolastico 2016-2017, Chloe Bull, che affianca il docente titolare nello svolgimento delle attività didattiche in classe. Soddisfatta la fautrice del progetto: Carla Prioreschi “Siamo lieti di accogliere i docenti europei e di collaborare per una scuola sempre più aperta ed internazionale  che consenta  di confrontare e modernizzare il dialogo didattico educativo, in cui l’alunno sia il vero motore e fruitore della sua crescita.Il progetto è anche l’occasione per far conoscere la realtà  locale ed il suo patrimonio”. Entusiasta la Dirigente scolastica Laura Piroli: “Per noi, capitanare questo consorzio sarà un’importante esperienza di crescita, grazie alla presenza di docenti preparati e partner con esperienza pluriennale nella gestione dei progetti UE, che ci permetteranno di crescere e compenetrare mutue esperienze e competenze, in un effetto moltiplicatore di capacità che rappresenterà un’insostituibile opportunità di apprendimento per gli Istituti partner e rispettivi staff. – dichiara – Considerata l’ampiezza della partnership, un’efficace e costante comunicazione è alla base della riuscita del progetto. I partner hanno condiviso la necessità di innovare le metodologie di insegnamento/apprendimento, per migliorare le abilità di base di alfabetizzazione e ridurre la dispersione, attraverso azioni innovative legate all’utilizzo delle tecniche teatrali nella didattica curricolare interdisciplinare, multidisciplinare e transdisciplinare e nelle attività extracurriculari. Creatività, spirito di iniziativa, conoscenza delle lingue, pensiero critico, capacità di dialogo e lavoro in team, anche multiculturale l’impellente necessità di adottare un approccio efficace ed efficiente per motivare gli alunni ad apprendere e frequentare mettendo in gioco le stesse scelte didattiche dei docenti. ELIOT intende rispondere a queste sfide, grazie ad una collaborazione territoriale ed europea a lungo termine, che si concentri su prevenzione ed intervento precoce (perciò i target classi I e docenti) anche attraverso la formazione dei docenti all’utilizzo di tecniche di apprendimento non formale, maggiormente coinvolgenti ed interessanti, ed un approccio interdisciplinare.

L’investimento sulle competenze dei docenti è quindi presupposto necessario affinchè si possa implementare adeguatamente tale metodologia”. Presente all’accoglienza dei delegati internazionali anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Sandro Celli: “Mi congratulo con la Dirigente scolastica Laura Piroli e con tutti i docenti dell’IIS Vincenzo Cardarelli – riferisce l’assessore – è encomiabile la capacità da parte dell’Istituto di sapersi rinnovare, progettare per accrescere l’offerta formativa e rendere la scuola aperta ai tempi . L’apertura all’Europa al confronto, fanno della scuola un centro propulsivo di cultura e di multiculturalità in vista dell’inclusività .” I Docenti italiani coinvolti: Cogovaleria, Prioreschi Carla, Ippolito Francesca, Ferru Milena, Poggi Marina, Rovenni Elisabetta, Marco Ubaldelli, Gianluca Caramella, Scalet Daniele, Pierantozzi Giancarlo.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.