Danni renali dovuti a sostanze tossiche, se ne parla al XIII Convegno nefrologico a Viterbo

0

VITERBO – Le condizioni ambientali e le abitudini alimentari usuali sono frequentemente fonte di sostanze tossiche per il rene. Ed è proprio con l’obiettivo di approfondire il tema del danno renale dovuto all’assunzione di sostanze tossiche che si svolgerà a Viterbo il XIII Convegno nefrologico organizzato dalla unità operativa di Nefrologia e dialisi dell’ospedale Belcolle, con il patrocinio della Asl di Viterbo, dell’Ordine dei medici di Viterbo e della Società italiana di Nefrologia. L’evento avrà luogo il 5 di giugno presso l’aula magna dell’Università della Tuscia.

 

“L’argomento che abbiamo scelto per l’edizione 2015 del convegno – spiega il direttore della Nefrologia di Belcolle, Sandro Feriozzi – è di estrema attualità. Le sostanze tossiche, infatti, sono molto numerose e si trovano sia nell’ambiente in cui viviamo, sia nei cibi che assumiamo. Inoltre l’esposizione può essere volontaria, come ad esempio con il fumo, o involontaria, come nel caso del piombo”.

 

Da questo punto di vista, il convegno sarà una preziosa occasione per fare il punto sulle conoscenze attuali dell’argomento e sulle possibili misure di cautela e di terapia da attuare nelle varie situazioni. Al dibattito è prevista anche una relazione introduttiva di Antonella Litta, a nome dell’associazione dei medici dedicati allo studio e alla tutela dell’ambiente (ISDE). Gli altri interventi saranno tenuti da medici con particolare interesse alla patologia renale, sia di Viterbo sia provenienti da altri centri nefrologici italiani.

 

“Il convegno nefrologico viterbese – conclude Sandro Feriozzi – è ormai considerato un appuntamento fisso da tutta la comunità nefrologica del Centro Italia e testimonia l’impegno e la professionalità dei componenti del Centro regionale di riferimento per la Nefrologia e dialisi di Viterbo”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.