Stabilizzazione precari Asl, Fials pronta alla mobilitazione

0

VITERBO – “Le Segreterie Provinciali della FIALS di Roma, Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone si incontreranno a Viterbo il giorno 4 marzo 2016, alla presenza dei legali di fiducia della Segreteria Regionale Fials, per definire le iniziative da intraprendere nei confronti della Regione Lazio, relative alle procedure concorsuali per la stabilizzazione dei circa 3700 precari in servizio nelle ASL laziali.

 

La Fials aveva invitato con nota del 22 gennaio scorso il Presedente Nicola Zingaretti ed i Consiglieri Regionali, nel rispetto della normativa vigente, ad indire i concorsi pubblici con la riserva del 50%per i lavoratori precari della sanità, rispettando come prevede il Capo 1 art.2. DPR 9-5-1994 n.487 “….. Il concorso pubblico deve svolgersi con modalità che ne garantiscano la imparzialità, l’economicità e la celerità di espletamento, ricorrendo, ove necessario, all’ausilio di sistemi automatizzati diretti anche a realizzare forme di preselezione ed a selezioni decentrate per circoscrizioni territoriali.” Tale concetto è stato ribadito nell’art.35 comma 2 del Dlgs 30-03-2001 n.165 integrato dall’art. 51 dalla legge Brunetta (Dlgs 150/2009) con estensione anche al luogo di residenza dei concorrenti.

 

La Regione Lazio sembra invece, voler procedere ad un pericoloso, dispendioso e paradossale Mega concorso unico con gravi rischi per i tanti lavoratori precari che potrebbero trovarsi dopo tanti anni, a migrare in altre ASL, senza un senso plausibile o addirittura restare fuori perche appartenenti ad una tipologia professionale non prevista.

 

Va considerato inoltre, come molti medici soprattutto in servizio nei “Pronto Soccorso” dopo molti anni di ignobile sfruttamento, con contratti di lavoro impropri, non potranno nemmeno presentare la domanda per essere stabilizzati per assenza ad oggi dei requisiti previsti, se non si modificheranno alcuni ridicoli paletti (rapporto di subordinazione) messi da chi non sa nemmeno che cosa è un ospedale.

 

Pertanto, in attesa delle iniziative che verranno decise nella riunione sopra richiamata, si invitano tutti i lavoratori precari della ASL Viterbo a prendere contatto con i rappresentanti sindacali della Fials, od inviando una a- mail a: fialsvt@yahoo.it al fine di prepararci ad ogni possibile iniziativa legale e alla mobilitazione generale”.

 

Vittorio Ricci (foto)
Segretario provinciale Fials

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.