Trentacinque anni per l’Avis di Vitorchiano

0

VITORCHIANO – Si è svolta domenica scorsa la trentacinquesima festa sociale dell’Avis di Vitorchiano, alla presenza di numerose delegazioni provenienti dalle sezioni dei comuni della provincia di Viterbo e non solo, del giovane direttivo guidato da Giuseppe Santini, delle autorità locali e di Michele Catone in rappresentanza dell’Avis Provinciale.

 

Dopo la tradizionale deposizione della corona di alloro al monumento dei caduti, il presidente ha ricordato come il centro fisso dei donatori di Vitorchiano sia un’eccellenza nel panorama provinciale, ben 33 sacche di sangue sono state raccolte nella sola giornata di sabato. Un dato importante per l’ Avis di Vitorchiano, con un incremento complessivo delle donazioni, pari al 10% rispetto all’anno precedente.

 

Presa la parola, il delegato provinciale ha rimarcato come la carenza di sangue, che si sta registrando a livello provinciale, abbia comportato una contrazione di circa 500 donazione nel primo quadrimestre del 2015 rispetto al 2014. Individuando una delle cause, la chiusura di alcuni centri trasfusionali a seguito dell’inasprimento delle direttive europee in materia.

 

Mentre Vitorchiano risulta essere in controtendenza grazie ad un direttivo capace e una comunita’ virtuosa, sinonimo di efficienza e vitalità. Soddisfazione e compiacimento anche nelle parole del Sindaco Nicola Olivieri.

 

La giornata si è conclusa con il consueto pranzo dei donatori, al quale hanno preso parte oltre 200 persone tra avisini, collaboratori e sostenitori. Anche quest’anno sono state assegnate le benemerenze ai donatori che più si sono distinti nel maggior numero di donazioni. Tra i vari riconoscimenti quello di maggior rilievo e’ stato assegnato a Ruggero Agostini, medaglia d’oro con rubino per aver raggiunto 75 donazioni, altra medaglia d’oro è stata assegnata a Ricci Rosella.

 

Vogliamo infine ricordare che il direttivo di Vitorchiano è composto prevalentemente da giovani sotto i 35 anni di età, dal presidente Giuseppe Santini, al tesoriere Gigliotti Alessio e la segretaria Cratassa Cristiana, affiancati da dei veterani dell’Avis come Francesco Sacchi e Angelo Scorzoso e numerosi collaboratori primi fra tutti Valentino Cintio e Daniele Proietti.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.