Reperti archeologici del territorio di Acquarossa e di Ferento romana, domenica visita organizzata dalla Società Archeologica Viterbese “Pro Ferento”

0

VITERBO – Nell’ambito delle manifestazioni culturali di Caffeina la Società Archeologica Viterbese “Pro Ferento” domenica prossima, 3 luglio, organizza la visita dei più rilevanti reperti archeologici del territorio di Acquarossa (nascita e sviluppo dell’edilizia etrusca) e di Ferento romana (le statue marmoree delle nove Muse ed il Pothos: decorazioni della scena del teatro) conservati ed esposti nelle sale del Museo Etrusco della Rocca Albornoz.

La visita guidata dal prof. Paolo Giannini, conclude il ciclo che ha visto conoscere i distinti territori di Acquarossa e di Ferento romana e medievale.

L’appuntamento è previsto alle ore 9,30 nel cortile interno del Museo Nazionale della Rocca Albornoz. Ferento è la zona archeologica più vicina a Viterbo originata dall’esistenza antica di un centro urbano le cui radici risalgono alla Preistoria. La millenaria vita di questo si divide in due luoghi distinti,ma assai vicini. Acquarossa e Ferento propriamente detta.

Acquarossa che prende il nome dalla sorgente colma di rosse sostanze ferrose è il luogo dove negli anni ‘60 e ‘70 il re archeologo Gustavo VI Adolfo di Svezia con i membri dell’Istituto Svedese di Studi classici di Roma effettuò una lunga serie di scavi che hanno riportato alla luce reperti di grande valore (abitazioni ed edifici monumentali e loro decorazioni) e importanza per la conoscenza della vita civile del Popolo etrusco.

Tali ricerche ci hanno restituito gli Etruschi vivi nella vita quotidiana delle loro città e non gli Etruschi morti nelle loro necropoli-.

L’abitato di Acquarossa distrutto verso la metà del V secolo a: C. da Surina ( la Viterbo etrusca) rinacque quasi un secolo dopo nel luogo dove oggi si alzano imponenti il teatro, le terme e l’abitato di Ferento. In pieno Medioevo (anno 1172) Viterbo rase al suolo l’abitato e il pianoro divenne quel che oggi vediamo.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.