“Non dobbiamo alcuna giustificazione, i sorianesi hanno già risposto con un risultato elettorale eclatante”

0

 

SORIANO NEL CIMINO – “Torno per l’ultima volta sulla questione giunta comunale, essendo la stessa stata già ampiamente dibattuta, nonché chiarita nelle sedi opportune. Dopo la dovuta istruttoria ed essendo prerogativa del Sindaco, ho costituito la Giunta, condivisa e coesa, e dato le relative deleghe.

La lista che si è presentata alle ultime elezioni è un insieme di persone che hanno condiviso una progettualità che comporta un lavoro di squadra, cosa che forse è stata un po’ carente nella scorsa legislatura; per qualsiasi decisione o comunicazione ci confrontiamo, ognuno dice la sua e soprattutto nessuno conta più degli altri, me compreso.

Nella fase di assegnazione degli incarichi, ho delegato alcune materie importanti agli assessori così come ai consiglieri e da subito tutti si sono messi al lavoro, a prescindere dalle preferenze; ai “giovani vecchi politicanti” questa cosa risulta assurda, a noi sembra la cosa più normale del mondo. C’è chi si sente pronto a fare l’assessore e chi ha preferito un periodo di apprendimento prima di poterlo fare, c’è chi se la sente di fare il consigliere e chi no, c’è chi lavora dietro le quinte perchè condivide il progetto senza necessariamente apparire. E’ il concetto stesso di preferenza che risulta essere distorto: io ti do la preferenza in cambio di …; non è così, la preferenza è l’espressione di fiducia della persona verso un candidato affinchè possa con il suo lavoro soddisfare le aspettative dei cittadini. Maria Rosaria sta già lavorando, nei campi corrispondenti alle deleghe da me assegnatele, e chi le ha dato fiducia vedrà il suo lavoro concretizzarsi comunque, a prescindere dalla carica attualmente rivestita; ha dimostrato tenacia e determinazione nel corso della campagna elettorale e anche dopo, ha elencato gli ambiti nei quali si sarebbe sentita di dare il proprio contributo e così ha iniziato a lavorare. Stesso discorso per Francesco, anche lui conosciuto e stimato per il lavoro svolto negli ultimi 5 anni; la sua capacità nel gestire la società Multiservizi (partecipata del Comune) gli viene giornalmente riconosciuta dai cittadini.

Nulla è statico, il lavoro di squadra porta alla mobilità e alla intercambiabilità dei ruoli. Chi oggi è consigliere domani potrà essere assessore o viceversa. Deve vincere lo spirito di servizio per Soriano.

Il vero problema per chi critica è che questa è una vera e propria squadra che ha iniziato un cammino avente alla base un’unità di intenti, una comunione di idee, una grande voglia di fare e questo spaventa gli avversari politici.

Non dobbiamo nessuna giustificazione a chi, totalmente privo di argomenti, non ha niente di meglio da fare che provocare, insultare e fare allusioni; a tutto questo i sorianesi hanno già risposto con un risultato elettorale fin troppo chiaro ed eclatante”.

Fabio Menicacci (foto)
Sindaco di Soriano nel Cimino

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.