Liceo Scientifico Sportivo P. Ruffini protagonista al progetto “Campionati Studenteschi”

0

 

VITERBO – Anche quest’anno il Liceo Scientifico Sportivo P. Ruffini di Viterbo ha aderito al progetto ” Campionati Studenteschi” ottenendo risultati di prestigio con alti contenuti tecnici.

 

Con il coordinamento del prof. Adriano Ruggiero e grazie al grande impegno e competenza da parte dei proff. Massimo Chiusaroli, Massimo Neri e Orlando Orchi il nostro liceo si è distinto in numerose discipline.

 

Si comincia a gennaio con la Corsa Campestre al “Campo Scuola” dì Viterbo, dove i nostri ragazzi e ragazze, vincendo nelle loro rispettive categorie, si classificano per le finali regionali della Cecchignola a Roma.

 

Si è passati poi alle finali provinciali di badminton dove il Ruffini ha ben figurato, proseguendo con le finali di basket.ottenendo buoni risultati. Molto bene è stato fatto anche in Atletica Leggera a Tarquinia nelle Finali Provinciali dove i nostri ragazzi si sono qualificati per le Finali regionali di Rieti ottenendo lusinghieri piazzamenti.

 

Anche nel Nuoto la nostra SCUOLA ha ottenuto bellissime vittorie a Viterbo presso la piscina comunale “Larus” qualificandosi per le finali regionali di Civitavecchia. Una menzione a parte meritano le squadre di pallavolo allievi e allieve, le quali, dopo numerose partite eliminatorie, in due finali provinciali di notevole livello tecnico si aggiudicano il titolo di Campioni Provinciali ottenendo il pass per le finale giornali che si sono svolte a Frosinone e che hanno visto le nostre ragazze e i nostri ragazzi raggiungere rispettivamente il secondo e terzo posto.

 

Ed ecco la CILIEGINA sulla TORTA…… le nostre ragazze, classificandosi seconde e dopo la rinuncia del liceo Pacinotti di Roma, si ritrovano a disputare le finali di NAZIONALI a Levico Terme Trento dal 6 al 9 giugno, occasione più unica che rara, che però il nostro Liceo, visti gli eventi successivi, dimostra di meritare ampiamente.

 

Il prof. Ruggiero, coadiuvato dalla prof.ssa Croci, organizzano l’ impegnativa trasferta con la supervisione attenta della nostra preside e con l’aiuto prezioso dell’ impiegata responsabile della segreteria didattica Ivonne.

 

Il 6 giugno si parte e, dopo un viaggio lungo ma agevole, ci troviamo a Levico Terme catapultati, è proprio il caso di dirlo, nella sfilata inaugurale con tanto di sbandieratori e tamburini, con numeri di ballo e canto e con la partecipazione straordinaria di Andrea Lucchetta, grande campione del passato ed ora commentatore sportivo.

 

Se pur un po’ frastornati è ora il momento di fare sul serio, ed il 7 le nostre splendide 11 ragazze iniziano a giocare. Il sorteggio ci mette di fronte la Campania e la Sardegna, due compagini sulla carta non proprio proibitive, ma noi purtroppo, forse ancora per i postumi del viaggio, non partiamo con il piede giusto e perdiamo, anche con un po’ di sfortuna con la Campania 2 a 1 con il terzo set perso 16 a 14.

 

Fortunatamente le ragazze si riprendono subito e battono la Sardegna 2 a 0 e vincendo il girone passiamo ai quarti di finale tra le 8 squadre più forti del torneo. Ora il cammino si fa veramente impervio e il giorno dopo ci troviamo ad affrontare una delle squadre più forte fra le 21 presenti a Levico: il Friuli Venezia Giulia.

 

Ebbene le ragazze, con una prova magistrale, riescono nell’impresa e vincono con un perentorio 2 a 0.
Ora siamo in semifinale e di fronte ci troviamo il Piemonte, squadra veramente forte e noi non l’ affrontiamo con il piglio giusto. Risultato un secco due a zero, loro in finale e noi ….. terzo e quarto posto.

 

Superata la delusione, ma con la consapevolezza di aver fatto un percorso di alto livello, ci diciamo che non si può mollare proprio ora. Tra il training autogeno della Croci e le parole di conforto, di carica per far risalire l’ autostima da parte di Ruggiero, entrano in campo per la finale per il terzo e quarto posto con la fortissima Emilia Romagna, anche lei delusa ed arrabbiata per aver perso con la Lombardia.

 

Ci attendeva un’ ultima partita da giocare con estrema convinzione per portare a casa questo prestigioso terzo posto e guarda un po’ tiriamo fuori dal cilindro, nel momento più inaspettato, una prova magistrale, sarà per il gran tifo dei nostri genitori accorsi in massa per questo torneo così importante, sarà per la lettura della partita da parte del prof. Ruggiero che non aveva mai smesso di visionare le avversarie dell’Emilia nelle partite precedenti dandoci poi suggerimenti decisivi, sarà per i continui incoraggiamenti che ci venivano dalla panchina da parte della prof.ssa Croci o più semplicemente dalla nostra grinta e
determinazione, fatto sta che il tutto si miscela nella pozione perfetta e noi tutte tiriamo fuori la prestazione perfetta.

 

L’Emilia diventa sempre più piccola e noi dei giganti, muriamo, attacchiamo, difendiamo come mai prima e così vinciamo il primo Set 25 a 18. Siamo cariche, cariche, cariche chi entra in campo da tutto e tutte ci aiutiamo. anche il secondo set fila via liscio fino al 20- 16, poi subiamo un loro ritorno fino al 20 – 20, a quel punto diventa una lotta punto su punto fino alla fine.

 

Nessuna delle due squadre mollava un colpo ma alla fine una squadra vince e quella squadra siamo noi che anche nel momento del loro ritorno non ci siamo disunite e abbiamo raggiunto la vittoria 27 a 25. Finalmente a quel punto abbiamo potuto liberare tutta la nostra gioia che dedichiamo ai nostri genitori che ci sono sempre vicini e naturalmente alla preside e ai professori che ci hanno permesso di vivere questa bellissima esperienza che, ne siamo sicure, ci rimarrà nel cuore per tanto e tanto tempo.
le ragazze della finale nazionale.

 

Le mitiche ragazze del Ruffini:

 

Dei Valeria
Marinelli Michela
Caon Beatrice
Biretti Giorgia
Serafini Giulia
Piccioni Benedetta
Lupino Giulia
Rossi Giulia
Silvestri Carlotta
Ippoliti Elisabetta
Della Coletta Martina

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.