Arrivederci due ruote, le emozioni di un anno di grande ciclismo

0

 

VITERBO – Si è iniziata in Italia i primi di Marzo con la spettacolare gara in quel di Siena ( strade bianche ) con un arrivo spettacolare a piazza del campo, ed è terminata con il campionato del mondo su strada per professionisti il 16 ottobre a Dhoa in Qatar , la stagione del grande ciclismo : il World Tour .

Mattatore in assoluto della stagione e vincitore del World tour, lo slovacco Peter Sagan che conquista per la seconda volta consecutiva , la maglia di campione del Mondo, due classiche , la maglia verde al tour de France, il campionato europeo, quattro tappe al Tour e numerose corse minori , autentuco fuoriclasse .

Per i colori azzurri spiccano tre grandi vittorie: la grande inpresa di Elia Viviani , medaglia d’oro alle olimpiadi di RIO 2016 su pista, la vittoria di Vincenzo Nibali al Giro D’Italia 2016 , con un entusiamante finale sulle ultime montagne della corsa rosa e l’importante classica della birra sulle strade d’Olanda ( Amstel Gold Race ) fatta sua con una volata di potenza da Enrico Gasparotto.

Da segnalare: lo slendido secondo posto al Giro di Lombardia di Diego Rosa , che per mezza ruota non si aggiudica una delle classiche monumento della stagione, la deludente annata del giovane sardo Fabio Aru, che per una crisi di fame sulle ultime salite del Tour de France, non entra nella top five della grande corsa francese , la sfortunata caduta alle Olimpiadi di RIO 2016 nella prova su strada di Vincenzo Nibali a 11 KM. dal traguardo, quando si accingeva a conquistare una medaglia, forse la più prestigiosa quella d’oro.

Stagione da dimenticare per il fuoriclasse spagnolo Alberto Contador a secco di risultati sia al Tour che alla Vuelta .

Si ricomferma il più forte nelle corse a tappe il britannico Chris Froome con la terza vittoria al Tour de france ed il secondo posto alla Vuelta espagna.

Il colombiano Nairo Quintana vince il giro di Spagna e va sul terzo gradino del podio nella corsa francese .

Un plauso per lo spagnolo Aleandro Valverde che nonostante i suoi 37 anni si aggiudica una classica , un terzo posto al suo primo giro d’Italia ed è stato l’unico atleta tra i grandi a correre tutti e tre i grandi giri .

Rivelazione dell’anno, il giovanissimo e simpaticissimo colombiano Esteban CHAVEZ , secondo al giro d’Italia , terzo al giro di Spagna e splendido vincitore della classica delle foglie morte il Giro di Lombardia.

Riepilogando :

Giro d’Italia V. Nibali
Tour de France C. Froome
Vuelta de Espagna N . Quintana

Parigi Nizza G. Thomas
Tirreno Adriatico G . Van Avermat

Milano Sanremo A . Demare
Gent Wevelgem P. Sagan
Paris Rubeaux M .Hayman
Giro delle Fiandre P. Sagan
Amstel Gold Race E. Gasparotto
Freccia Vallone A . Valverde
Liegi Bastogne Liegi W. Poels
Campionato italiano G. Nizzolo
San Sebastian B. Mollema
Classics Amburgo C: Ewan
Campionato europeo P. Sagan
Giro di Lombardia E. Chavez
Campionato de Mondo

WORLD TOUR

ATLETA VINCITORE P. Sagan
SQUADRA VINCITRICE Movistar team
NAZIONE VINCITRICE Spagna

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.