Calcio, Francesco Pecci presidente della Polisportiva Monti Cimini

0

 

VIGNANELLO – Da Vasanello, pardon, dall’Asd Vasanello alla Polisportiva Monti Cimini il passo per Francesco Pecci è breve. C’è la stessa mentalità, cui viene aggiunta l’esperienza maturata alla guida di un club gestito senza colpo ferire, scavalcando difficoltà d’ogni genere.

Un bel salto, da presidente del Vasanello a omologo della Polisportiva Monti Cimini: oltre alla grande responsabilità del ruolo, cosa cambia per Francesco Pecci?
«E’ un grande onore rappresentare una società così importante e un gruppo di dirigenti di livello come sono quelli della Polisportiva Monti Cimini. Fin da subito la responsabilità di far funzionare bene questo progetto in un territorio che non ci sta agevolando nella fase iniziale, ma che si aspetta molto da noi».

Perché è nata la sinergia che ha portato all’unione di più forze?
«Il progetto nasce da una serie di bisogni che ci siamo trovati a condividere con gli altri fondatori: trovare stimoli e ambizione, garantire la continuità al calcio locale, dare visibilità ai ragazzi del nostro territorio».

Cosa le resta dell’esperienza legata col Vasanello?
«È stata una bella esperienza, ho imparato molte cose e conosciuto aspetti nuovi legati al mondo calcistico e sociale.
Il momento che conservo nel cuore, la presentazione ufficiale dell’affiliazione al Perugia calcio con Lucarini e Taddei, tutti quei ragazzi le loro famiglie e le istituzioni nel luogo più bello di Vasanello. Veramente una bellissima giornata».

Con la nuova realtà calcistica si amplia il bacino d’utenza, ma soprattutto si ampliano i rapporti con le istituzioni. Qual è l’ordine di scuderia iniziale per quel che riguarda i rapporti con i sndaci e con le rispettive Giunte Comunali?
«Stiamo lavorando già da molto con le istituzioni locali in alcuni casi anche con diverse complicazioni. Per noi avere a disposizione i quattro impianti e soprattutto avere l’appoggio dei nostri sindaci e’ fondamentale. È un progetto troppo importante per le nostre comunità, è dovere dei primi cittadini cogliere questa opportunità e contribuire alla crescita».

 

Fonte: www.polisportivamonticimini.it

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.