Campioni nello sport, campioni nella vita

0

VITERBO – Si chiamano Alessandro Spigai, Daniele Tessaro, Francesca Carella e Marika Fontana (foto). Sono quattro campioni pluridecorati del pattinaggio a rotelle, con in bacheca numerosi titoli conquistati a livello mondiale ed europeo. Da questa mattina sono ufficialmente anche testimonial Admo, essendosi tipizzati presso il Centro trasfusionale del Complesso ospedaliero di Belcolle a Viterbo. I quattro campioni della nazionale sono così entrati nel Registro italiano donatori midollo osseo e sono, dunque, dei donatori potenziali che molto potranno fare anche per promuovere nel mondo il progetto Admo per incentivare la donazione di cellule staminali emopoietiche (midollo osseo).

 

L’organizzazione dell’evento è stata curata da Admo Viterbo, in collaborazione con i clown di corsia Goji Vip, che hanno portato come sempre il loro tocco di colore e di allegria, e con l’Asd Libertas Pilastro.

 

I 4 pattinatori, infatti, proprio in questi giorni si trovano nella sede della Libertas, scelta dalla Federazione italiana hockey e pattinaggio per completare la loro preparazione in vista dei prossimi mondiali che si svolgeranno in Colombia, a Cali, dal 17 al 26 settembre. Tra di loro figura anche l’atleta di casa, la viterbese Marika Fontana che quest’anno debutterà per la prima volta alla kermesse mondiale forte del terzo posto raggiunto ai campionati europei e della vittoria agli Open di Francia.

 

Ed è proprio da Marika che è partita la volontà di tipizzarsi, volontà che è stata subito condivisa dagli altri 3 giovani campioni. Tutti, da oggi, oltre che nello sport, lo saranno anche nella vita.

 

I pattinatori, accompagnati dalla presidente dell’Admo di Viterbo Paola Massarelli (madre di un trapiantato), dalla vicepresidente Admo Viterbo e Admo Lazio Tiziana Riva (donatrice effettiva) e dalla presidente dell’Asd Libertas Pilastro Vera Turchetti, sono giunti questa mattina a Belcolle alle ore 10,30. Prima della tipizzazione, sono stati accolti e ringraziati dal direttore del Servizio immunotrasfusionale di Belcolle, Tiziana Riscaldati.

 

Essendo diventati donatori potenziali, potranno ora rispondere positivamente nel momento in cui dovessero ricevere la richiesta di presentarsi in ospedale per donare il loro midollo osseo, poiché, in qualche parte del mondo, c’è qualcuno che potrebbe aspettare di ricevere proprio le loro cellule staminali emopoietiche.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.