Diego Ulissi vince la 4^ tappa del Giro d’Italia

1

 

PRAIA A MARE – Il corridore Italiano Diego Ulissi (Lampre – Merida) ha vinto la quarta tappa del 99º Giro d’Italia, da Catanzaro a Praia a Mare di 200 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) e Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo).

 

Grazie al secondo posto, Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) indossa la Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

 

RISULTATO FINALE
1 – Diego Ulissi (Lampre – Merida) – 200km in 4h46’51”, media 41,833 km/h
2 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) a 5″
3 – Steven Kruijswijk (Team Lotto NL – Jumbo) s.t.

 

MAGLIE
Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – Marcel Kittel (Etixx – Quick-Step)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) a 20″

 

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
2 – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) a 20″
3 – Diego Ulissi (Lampre – Merida) s.t.

 

Il vincitore Diego Ulissi, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: “Sono estremamente felice. C’è stato un grandissimo lavoro di squadra. Valerio Conti ha lavorato sodo per portar fuori il gruppetto da dove sono uscito io. Sapevo che il gruppo inseguitore sarebbe andato più veloce di me ma sono riuscito a mantenere una buona velocità. Ho dato tutto quel che avevo. È una grande emozione”.

 

La nuova Maglia Rosa Tom Dumoulin, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “È bello riprendersi la Maglia Rosa. Abbiamo lavorato proprio per questo. Abbiamo mandato Georg Preidler nell’ultima fuga. Sarebbe stato perfetto se fosse stato lui a prendere il comando della classifica generale ma non era destino. Ho cercato la vittoria di tappa alla fine ma Ulissi era semplicemente troppo forte”.

 

Evandro Stefanoni

 

La maglia rosa

La maglia rosa

Commenta con il tuo account Facebook
Share.