Giro d’Italia, André Greipel concede il bis

0

 

FOLIGNO – Il corridore tedesco André Greipel (Lotto Soudal) ha vinto in volata la settima tappa del 99º Giro d’Italia, da Sulmona a Foligno di 211 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo) e Sacha Modolo (Lampre – Merida).

 

Marcel Kittel (Etixx – Quick-Step) non ha partecipato alla volata a causa di una foratura nei chilometri finali.

 

Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) indossa ancora la Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

 

RISULTATO FINALE
1 – André Greipel (Lotto Soudal) – 211 km in 5h01’08”, media 42,041 km/h
2 – Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo) s.t.
3 – Sacha Modolo (Lampre – Merida) s.t.

 

MAGLIE
Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – André Greipel (Lotto Soudal)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Tim Wellens (Lotto Soudal)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)

 

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
2 – Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 26″
3 – Ilnur Zakarin (Team Katusha) a 28″

 

Il vincitore, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: “Siamo andati a tutta per l’intera tappa perché dovevamo chiudere su una fuga molto forte. La mia squadra ha fatto un lavoro fantastico, l’inseguimento è stato davvero difficile. Prima della volata ci siamo trovati davanti presto. Sono contento di aver vinto ancora, il finale era nervoso. Se giocassimo a calcio direi che abbiamo fatto tripletta con tre vittorie consecutive, siamo davvero contenti”.

 

La Maglia Rosa, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Speravamo che partisse una fuga sin dal via ma la Nippo – Vini Fantini non l’ha lasciata andare per tentare di conquistare i punti della Maglia Azzurra. Hanno inseguito sulla prima salita ed hanno reso la tappa molto dura. Si è poi formato un gruppetto ed una fuga è riuscita ad uscire. Siamo arrivati in gruppo ma è stata una giornata davvero dura!”.

 

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.