Giro d’Italia: Nibali e Valverde, storie diverse e un unico obiettivo

1

 

APELDOORN – Nei Grandi Giri si sono sfidati più volte ma al Giro d’Italia mai. Sì, perché Alejandro Valverde è alla sua prima apparizione nella Corsa Rosa, mentre Vincenzo Nibali la Corsa Rosa l’ha già affrontata cinque volte vincendola nel 2013, ultima sua partecipazione.

 

D: Nibali, che emozione è ritornare al Giro dopo due anni dalla vittoria del 2013?
R: L’emozione è sempre tanta perché penso ci sarà tutto il pubblico che mi aspetta. Lo farò con determinazione. Oltretutto è un Giro con un percorso molto affascinante e adatto alle mie caratteristiche e voglio affrontarlo al meglio.

 

D: Valverde, che emozione è affrontare per la prima volta in carriera il Giro?
R: Emozione molta, come molte sono le motivazioni. È una corsa molto bella e vogliamo fare il meglio possibile per raggiungere l’obiettivo massimo.GIRO D’ITALIA: NIBALI E VALVERDE, STORIE DIVERSE, UN UNICO OBIETTIVO.

 

D: Nibali, quali sono i rivali più accreditati per la vittoria finale?
R: Ci sono molti avversari importanti con alcuni outsider. Penso a Esteban Chavez che è un giovane che va molto forte e naturalmente al consolidato Valverde che sarà uno degli avversari più importanti. E poi si aggiungeranno anche altri.

 

D: E per lei, Valverde?
R: I rivali saranno tantissimi. Penso che Nibali sarà quello più complicato da battere ma ci saranno anche Dumoulin, Chaves, Uran e altri che andranno molto forte. Noi siamo qui per dare battaglia ogni giorno.

 

D: Nibali, come si fa a ottenere una doppietta in uno dei tre Grandi Giri?
R: Non lo so. Lo scoprirò. Sicuramente sarà un Giro molto difficile. Una grande corsa si vive giorno dopo giorno studiando il percorso e i punti chiave. Ottenere una doppietta non è mai semplice ma l’esperienza che ho nei Grandi Giri, che ho corso e che ho vinto, può essere un bel vantaggio per me.

 

D: Il Giro è stato spesso terra di conquista per gli spagnoli. Ne ricordiamo due su tutti, Indurain e Contador. È uno stimolo in più per Valverde?
R: Più che uno stimolo, sono contento che gli spagnoli si siano sempre comportati bene al Giro. Personalmente mi piacciono molto la corsa e l’Italia e voglio dare il massimo possibile per me e per la squadra.

 

D: Valverde, un messaggio a tutti gli appassionati di ciclismo e i tifosi del Giro?
R: Un forte abbraccio a tutti i tifosi del ciclismo e del Giro d’Italia. Sono molto contento di essere qui con voi.

 

D: Il messaggio di Nibali ai tifosi del ciclismo e in particolare a quelli della Corsa Rosa?
R: Spero di farvi divertire tantissimo. Seguite il Giro d’Italia perché è la corsa più bella e più amata che ci sia. Vi aspetto. Un saluto. E mi raccomando: strade Rosa!

 

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook
Share.